Haute Couture Paris: Giorgio Armani Privè autunno-inverno 2012-13

Scritto da: -

La collezione di Giorgio Armani Privè dura il tempo di una giornata: dalla mattina alla sera, così gli abiti scandiscono i tempi. Si parte con nuances tenui e pastello, glicine, rosa e tutta la gamma degli azzurri; il fil rouge è il velluto nero, riscoperto e riportato in auge soprattutto sotto forma di pantaloni ampi, che saranno un must have di Re Giorgio per la prossima stagione. Lo aveva anticipato con l'ultima collezione prêt-à-porter: i pantaloni saranno un elemento sempre più preponderante, per una donna rilassata e disinvolta, che scende addirittura dai tacchi per essere più reale e meno valchiria. Anche l'alta moda di Armani non fa eccezione e sviluppa modelli ricercati ma comodi. È il classico binomio della maison giacca-pantaloni attorno cui ruota tutto e dove tutto ritorna.

I colori delicati lasciano spazio a quelli serali e del tramonto, più decisi e vivaci, con casacche e allegri coprispalla color blocking; gli abiti lunghi si fanno notte stellata, la seta sfumata la nuova via lattea. Raffinatezza e incanto in questa sfilata dove lo stile di Armani è inconfondibile. E molta discrezione, in un luogo dove l'unico accessorio è una clutch o una discreta veletta, che si impreziosisce solo per una serata speciale e lascia spazio ad una sensualità senza uguali. L'ispirazione-omaggio è per le sue clienti che motivi religiosi portano il velo, quelle tra cui questa lussuosa collezione andrà a ruba. Intanto Parigi lo applaude (e forse un po' ce lo invidia).

Armani Privè Haute Couture

Immagini | Armani

Vota l'articolo:
3.43 su 5.00 basato su 7 voti.