Lacoste collezione autunno inverno 2017 2018: la moda spaziale ed outfit ultra-funzionali

Lacoste presenta la nuova collezione autunno inverno 2017 2018 per uomo e per donna e si lascia ispirare dai capi avanguardistici e dalla tuta da astronauta, mix perfetto tra immaginazione, fantasia e alta tecnologia. Scopritela su Fashionblog

All’avvicinarsi della fine della carriera sportiva, René Lacoste spostò i suoi interessi verso l’industria aeronautica. Testimone delle prime traversate transatlantiche, fondò “Air Equipment”, una società che contribuì allo sviluppo dei programmi Concorde e Airbus. È quest’altro lato del carattere visionario del fondatore di Lacoste che Felipe Oliveira Baptista, il cui padre era un pilota a sua volta, ha deciso di celebrare. Stilando parallelismi tra gli eroi dell’aviazione e i pionieri dell’era spaziale, questa interpretazione sognante della modernità è l’ispirazione di una collezione che guarda decisamente al futuro.

I capi avanguardistici partono dall'ispirazione della tuta da astronauta, mix perfetto tra immaginazione, fantasia e alta tecnologia, è il punto di partenza ideale. La caratterizzano una miriade di dettagli, nascosti o evidenti, come tasche multiple e a scomparti, imbottiture su ginocchia e spalle, finiture termosaldate e coste in cotone o pelle, ma anche la reversibilità, con un lato realizzato in nylon waterproof e l’altro in lana e lino. Un esercizio di stile nei dettagli, sottolineato da toppe in colori a contrasto, nelle varianti opaco e lucido, e nel mix di materiali: pelle, nylon, cotone, gabardine e tricotina, pile e pelliccia sintetica.

Felipe Oliveira Baptista si permette di scostarsi di un passo - un piccolo passo per l’uomo ma un passo gigante per la sua ispirazione - e fonde l’estetica della conquista con i codici “mitici” del Grunge e dello streetwear anni ’90, per lui ora divenuti classici moderni, dando ad outfit ultra-funzionali una scossa e fissandoli nel qui e ora. Nuova linfa vitale per le camicie da taglialegna a quadretti grossi o piccoli in lana spazzolata e ai cardgan in mohair oversize evocanti il look di Kurt Cobain. Pantaloni decisamente baggy d’ispirazione militare, che toccano terra ma hanno una vita elasticizzata, versione dandy dei jogger, sono associati a giacche molto strutturate e asciutte, creando una silhouette originale e audace.

Stampe iridescenti, riproduzioni dell’artista spaziale Ron Miller – lune piene, tramonti o Saturno – entrano in collisione con colori volutamente spenti – marrone, ardesia… illuminati da effetti metallici e scintille acide – anice, arancio ocra e lilla brillante. Questi colori, giustapposti in blocchi secondo il sistema grafico di Lacoste, apportano dinamismo ai capi. Come visto nel luminoso volteggiare multicolore di un abito in velluto indossato sopra stivaletti iridescenti.

Il comfort e la funzionalità tanto cari alla maison Lacoste vengono ingegnosamente elevati dallo spirito hightech e dai tagli magici di Felipe Oliveira Baptista. Astuti materiali double-face permettono la modularità nei modelli reversibili, che si possono indossare in svariati modi. Le borse, realizzate in pelle o cotone, si possono portare per il lungo dalla spalla in giù, se portate a mano se ne esalta la larghezza, e possono addirittura diventare zaini una volta tolte le tracolle. Per ottenere la massima raffinatezza, lo stilista supera l’idea che un capo d’abbigliamento debba essere solo pratico, e materiali, colori e tagli non solitamente associati gli uni agli altri vengono coordinati in un originale faccia a faccia. La curva femminile delle maniche di una felpa in mohair viola su pantaloni baggy, l’essenzialità di un trench dal taglio cesellato abbinato a sneaker fortemente tecniche, segnano l’inizio di un nuovo tipo di eleganza.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO