Costumi da bagno 2018: tutti i trend visti a MaredaMare 2017, le foto

Si è conclusa la decima edizione di MaredaMare, il salone internazionale che ogni anno mostra i trend per la stagione estiva dalla Fortezza da Basso di Firenze. Cosa sarà di moda nel 2018? Le tendenze del beachwear virano su fantasie esuberanti e silhouette creative viaggiando su quattro specifiche direzioni. Scopri di più qui su Fashionblog.

Si è conclusa ieri la decima edizione di MaredaMare, il salone internazionale che ogni anno mostra i trend per la stagione estiva dalla Fortezza da Basso di Firenze. Cosa sarà di moda nel 2018? Le tendenze del beachwear virano su fantasie esuberanti e silhouette creative viaggiando su quattro specifiche direzioni: Geometrie Artistiche, Sport Couture, Rainforest ed infine lo spensierato Hippie Boho.

L’estate 2018, quindi, vedrà protagoniste stampe geometriche micro e macro, accanto ai colori saturi e cromie accese ispirati alle foreste tropicali, fino a giungere alla libertà più estrema, quella del ricercata trascuratezza hippie. Ma mai dimenticarsi che il costume serve per nuotare, e anche se non tutti siamo dei campioni, l'attitude sportiva vince comunque, contaminando anche le collezioni più classiche.

In passerella via libera all'elogio delle grafiche dunque. Disegni geometrici animano le superfici dove nulla sembra scontato. La sorgente è minimalista e non convenzionale, a tratti audace. Micro e macro motivi sapientemente dosati donano nuovi dinamismi agli spazi, un lusso ricercato a cui si accede attraverso uno studio sapiente sulle più inedite geometrie.

La moda si lascia sedurre anche dall’energia sportiva. Una declinazione raffinata presa in prestito dall’universo tecnico. Grafiche minimali, color block o piccoli all over quasi impercettibili per lasciare spazio alle performance dei tessuti. I tagli sono semplici: bikini e interi ispirati agli sport in acqua e sulla spiaggia.

L'energia è anche quella potente della natura, che esplode con tutta la sua forza in stampe floreali e faunistiche dai toni saturi e maestosi. Un universo di colori e dettagli che impressionano per definizione e messaggio. Vere e proprie tele d’autore che incantano anche l’osservatore più distratto.

Infine, lo spirito si fa nomade, ribelle, avventuriero. Un viaggio alla scoperta di terre lontane bruciate dal sole, di segni e disegni grafici presi in prestito da universi remoti: mix and match timidi o audaci ma pur sempre originati da accostamenti sublimi e a tratti irriverenti. Stampe gipsy e fantasie astratte incontrano righe e motivi floreali.

Questi i brand da tenere sott'occhio: Antica Sartoria, Biki, Bolamì, Chantelle, Coco Frio, District di Margherita Mazzei, Giada Marina, Isa Belle di Samo Gabrscek, IU di Rita Mennoia, Jolidon, Lisca, Luisa Maria Lugli, Luna Splendida, Marina Abagnale, Maryan Mehlhorn, Nanot, OneMillionGem, Port Rose, Prelude, Renata Malé, Roidal, SoloSole, Sunflair, Vivarah, Watercult.

Photo Credits: Camilla Di Iorgi

  • shares
  • +1
  • Mail