Donatella Versace: apparire è out, essere è in

Donatella Versace si dichiara entusiasta della nuova campagna per l'autunno 2018 ed inneggia ad una moda che viva finalmente di idee, emancipazione e libertà.

LONDON, ENGLAND - DECEMBER 05:  Donatella Versace attends The Fashion Awards 2016 on December 5, 2016 in London, United Kingdom.  (Photo by Stuart C. Wilson/Getty Images)

Della nuova campagna di Versace per l'autunno 2018 ne abbiamo già ampiamente parlato, ma in queste ore è la voce di Donatella a tenere perentoriamente banco. A levarsi (riconoscibilissima) dai social. A dare ampio e giusto respiro a questo ultimo exploit del brand. La celebre stilista non solo si dichiara entusiasta della nuova campagna realizzata da Steven Mesiel con ben 54 modelli di grido, ma ne sottolinea con vibrata veemenza tutta la dirompente vitalità ed importanza.

Basta insomma vestirsi per apparire. E' giunta l'ora di dare agli abiti una valenza maggiore. La moda finalmente si svecchia, abbandona il passato, diventa strumento di emancipazione, voce del proprio sentire ed essere, veicolo di nuove idee e nuovi pensieri. Gli abiti dunque - Donatella non sembra avere alcun dubbio a proposito - vanno intesi e vissuti come potentissimi (ed irrinunciabili) simboli di libertà.

Via | Repubblica

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail