Sfilate Milano Moda Donna: lo stile composito di Laura Biagiotti primavera-estate 2019

Laura Biagiotti omaggia Giacomo Balla, uno dei grandi nomi del nostro Futurismo, portando in passerella una donna dinamica ed eclettica, pronta a coniugare passato e futuro.

A Milano Moda Donna, la femminilità di Laura Biagiotti si è ritagliata un proprio irrinunciabile spazio. Uno spazio che punta, certa di non sbagliare o di aver preso peggio ancora un improvviso abbaglio, alla fluidità. Una fluidità che per la primavera-estate 2019 viene declinata e coniugata secondo una visione del tutto personale. Una visione che viaggia nel tempo, subisce il fascino di un tessuto, di una linea o magari anche di un solo semplice taglio e lo ricolloca (rivisto e corretto) prontamente nel presente.

La sua donna porta pantaloni ampi, abiti lunghi e sciolti, ma anche piccoli vestiti con volant, tailleur con larghi shorts in gessato blu, scollature off the shoulder e giochi di fantasie che spaziano, si divertono, si buttano a capofitto nell’inatteso.

La nuova collezione di Laura Biagiotti per la prossima primavera-estate esplora e combina infatti temi diversi, avendo a cuore destino ed aspetto di una donna che a passo sempre più spedito marcia verso il proprio radiosissimo futuro.

Visualizza questo post su Instagram

#laurabiagiotti #milano

Un post condiviso da Alberto Zanoletti Elle Italia (@albertozanoletti) in data:

Eleganza
6.5

Originalità
7

Tavolozza di Colori
7

Sensualità
6

Vestibilità e taglio
6.5

Via | Pinterest | Instagram

  • shares
  • +1
  • Mail