Balenciaga crea portachiavi a forma di Arbre magique e finisce in causa con l’azienda

Contenzioso aperto tra Balenciaga e Car-Freshner Corporation and Julius Sämann Ltd, l’azienda che produce gli Arbre magique.

Un altro accessorio firmato Balenciaga sta sollevando una gran polemica. Dopo aver proposto una borsa che imitava la famosa shopping bag blu elettrico IKEA ma con un prezzo non certo popolare (1.700 euro contro 60 centesimi di euro), lo stilista Demna Gvasalia torna con un portachiavi ispirato – in modo evidente – agli alberelli Arbre magique, per profumare gli ambienti, soprattutto gli abitacoli delle macchine.

La Car-Freshner Corporation and Julius Sämann Ltd, detentrice dei prodotti Arbre magique, ha deciso di fare causa alla maison del gruppo Kiering per non aver chiesto il permesso di usare il celebre pino colorato, come invece hanno fatto altri marchi in passato avviando una collaborazione. Si daranno dunque battaglia in tribunale, considerato che il portachiavi è venduto a 195 euro nei colori azzurro, rosa, verde ed è realizzato in morbida pelle di vitello, mentre il diffusore di profumo (Little Trees) costa 1,66 euro.

Non ci resta che attendere la fine di questa battaglia. Sicuramente l’operazione di Balenciaga di trasformare oggetti iconici popolari in accessori di moda sta sollevando molta pubblicità indiretta. Non è detto che sia un bene. Questa estate City Merchandise, nota azienda di souvenir dedicati alle città americane in vendita su bancarelle e store, ha citato Balenciaga per violazione di copyright su una borsa dedicata a New York City.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail