È morta Kim Porter, la modella ex compagna di Puff Daddy

Kim Porter si è spenta improvvisamente a 47 anni, la ex modella e compagna di Puff Daddy è stata trovata morta nella sua casa in California

Kim Porter morta

Il mondo della moda saluta Kim Porter, una splendida ex modella americana che aveva conquistato tutti con la sua bellezza e il suo carisma, soprattutto il rapper Puff Daddy suo compagno per 13 anni e da cui aveva avuto tre figli. Kim Porter si è spenta improvvisamente a soli 47 anni, è stata trovata morta nella sua casa a Toluca Lake, in California.

Le cause della morte sono ancora sconosciute ma il sito americano Tmz rivela che Kim ha chiamato il suo medico poche ore prima di morire perché non si sentiva bene, da qualche settimana aveva una forte e persistente influenza e, molto probabilmente, presentava i sintomi di una polmonite.

Kim Porter è nata a Columbus, in Georgia, nel 1971, nel 1998 si è trasferita ad Atlanta per inseguire il suo sogno di diventare una modella. È riuscita a diventare una modella affermata, a calcare le passerelle più importanti e anche a trovare un grande amore, quello con il rapper Puff Daddy. Kim aveva talento e una bellezza fuori dal comune tant’è che la sua carriera è andata avanti come attrice, l’abbiamo vista recitare in programmi famosi come Law & Order, Wicked Wicked Games, The Brothers e Mama, I Want to Sing.

La relazione tra Kim e il Puff Daddy andò avanti per 13 anni, dal 1994 al 2007, nel 1998 diventarono genitori del primogenito Christian e nel 2006 delle gemelle Jessie James e D’Lila. Da un’altra relazione con produttore discografico Al B. Sure, Kim ha avuto il suo quarto figlio, il piccolo Quincy Brown. Nonostante la separazione, Kim era in ottimi rapporti con il padre dei suoi figli, Puff Daddy adesso è devastato dalla perdita improvvisa e non se ne fa una ragione.

Kim Porter aveva solo 47 anni, una vita davanti e quattro figli che adesso vivranno con un terribile vuoto nel cuore.

Visualizza questo post su Instagram

Captain of my OWN -SHIP #ibiza

Un post condiviso da Kim Porter (@ladykp) in data:

  • shares
  • +1
  • Mail