Tendenze Moda autunno-inverno 2019-2020: New York, Londra, Milano, Parigi

Lasciamoci andare a questo irresistibile vortice glamour che ogni sei mesi, cascasse il mondo, coinvolge due continenti e quattro capitali.Sì, avete visto bene, le fashion week sono tornate

Allineate una dopo l’altra le capitali della moda ci attendono. Uno schieramento che affascina ed intimorisce, attrae e frastorna. Un palcoscenico multiforme e volante che da New York passa a Londra, da Milano a Parigi. Un susseguirsi di exploit che interpretano con guizzi e mosse dalla diversa visione l’ impegnativa e sfaccettata femminilità di questo nuovo tribolato millennio.

New York Fashion Week

La prima grande passerella che ci viene incontro in questo breve mese di febbraio è quella di New York. La grande mela dispiega una fashion week rutilante, dove la tendenza che sembra mettere tutti d’accordo è la femminilità. E’ lei l’indiscussa protagonista della moda newyorkese per l'autunno-inverno 2019-2020. Una femminilità dalle mille seduzioni, le impalpabili sottigliezze, le spigliate armonie. Come non citare l' eleganza impareggiabile ed altera di Oscar de la Renta o Tom Ford, quella mossa e colorata di Carolina Herrera od ancora la signora tutto oro e scintillii di Ralph Lauren?

Del resto le tendenze della moda così testardamente in voga in passato, quelle poche inderogabili linee guida, maestosamente lanciate dai grandi couturier, sono oggi solo un lontano ricordo. Una vaga nostalgia. La nostra epoca punta ad una democraticissima pluralità, ad una vastità, chiamiamola pure così, fatta piuttosto di micro-tendenze dove ogni donna può ritrovare in tutta tranquillità se stessa. Senza mai forzare la mano o mentire a sé e agli altri.

London Fashion Week

La scena sul grande palcoscenico della moda è questa volta interamente occupata dalla London Fashion Week, la settimana forse più estrosa dell’intero inespugnabile pacchetto fashion che due volte l’anno vede scendere in campo oltre Londra anche New York, Milano e Parigi. Detto questo, scrutiamo allora più da vicino offerte, proposte e tendenze della briosa capitale britannica.

Catturano subito il nostro sguardo per l’autunno-inverno 2019-2020 gli scozzesi (spesso e volentieri dominato dal rosso) di Vivienne Westwood, il bianco e nero visto a più riprese sia da Victoria Beckham che Pringle of Scotland e le gonne plissettate di Burberry, indossate dalla donna del brand con quel piglio tutto mosso e sofisticato che già da solo – diciamolo pure senza falsi indugi - vale un intero Perù.

Degne certamente di nota anche le corte gonne quasi a palloncino di Cristopher Kane che, briose e colorate come non mai, potrebbero apparire nel grigiore fondo dell’inverno delle nostre città come tante festosissime lanterne.

Milano Moda Donna

Tra le quattro settimane della moda, quella di Milano – non è certo un segreto - ci sta particolarmente a cuore. Con un sottile filo d’ansia ne auscultiamo ogni volta il battito, ne sorvegliamo il ritmo, ne ricerchiamo la multiforme essenza. Così eccoci qui ancora una volta con la nostra lente di ingrandimento con l’intento (subito dichiarato) di individuarne tendenze e capricci per l’autunno-inverno 2019-2020.

Sulle passerelle meneghine, non vi è dubbio, ha impazzato, duttile e versatile come seta, la pelle. L’abbiamo vista signoreggiare nelle sfilate di Bottega Veneta, Sportmax e Tod’s. Soprabiti, ensemble, tute. Una molteplicità di capi su cui la pelle ha governato con sofisticata noncuranza. Parlando poi di tute, non si può sottacerne la costante presenza. Il trend che ha accomunato a Milano Moda Donna più di una collezione. Più di un exploit.

Tra i colori ha spadroneggiato invece il rosso, il blu, il grigio ed infine il nero, spesso e volentieri abbinato al bianco, come nelle collezioni di Emporio Armani, Jil Sander e MSGM, mentre in più di un caso le linee dei capispalla hanno puntato su volumi ampi e bombati. Tagli super avvolgenti il cui moto caldo ed imperioso vi difenderà regalmente (siatene certe) dai rigori del grande freddo che verrà.

Paris Fashion Week

Tempo di chiudere il sipario. Di spegnere una dopo le altre le luci della ribalta. Parigi, dopo New York, Londra e Milano, si prepara a chiudere i battenti, dandoci l’arrivederci a tra sei mesi esatti. Tuttavia nella sua caleidoscopica scia rimangono ancora forti e nette le impressioni che le tante collezioni hanno via via lasciato in noi, partecipi spettatori dei mille show che hanno assediato la città. Dalle suggestioni orientali di Dries Van Noten alle spalle larghe di imbottiture (in perfetto stile anni ’80) di Saint Laurent, dalle donne insolenti e ribelli di Balmain a quelle più morbide e vintage di Balenciaga.

Tra le tante tendenze emerse qui a Paris Fashion Week per l’autunno-inverno 2019-2020 non possiamo non registrare quella dell’abito corto, dell’orlo pronto a salire spudoratamente, scoprendo con caparbia puntualità le lunghe gambe da gazzella.

La femminilità rimane insomma ancora una volta in prima fila, anche se i diktat che imperavano un tempo, oggi vengono democraticamente stemperati da tutta una serie di micro-trend che permettono di vestirsi secondo la propria personalità, ascoltando, grazie al cielo, l’umore del momento. In un modo o nell’altro, tranquillizzatevi pure, in questo nuovo millennio non sarete mai del tutto out!

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail