Lourdes Maria Ciccone è la nuova testimonial di Jean Paul Gaultier

Jean Paul Gaultier, dopo aver lavorato anni con Madonna, ha scelto di chiamare in squadra l’anticonformista figlia, Lourdes Maria Ciccone.

L’ascesa di Lourdes Maria Ciccone non si è ancora fermata. La figlia più grande di Madonna (22 anni) è stata chiamata da e Jean Paul Gaultier per essere la testimonial della campagna lanciata insieme a Supreme. La vediamo così indossare un blazer over size a righe rosse, top bianco, pantaloni rossi a stampe nere con tanto di frase contro il razzismo (Fuck Racism), scarponi stringati e cintura con fibbia argentata con il logo Gaultier Supreme.

Un outfit che le dona molto e che lei, con il suo carattere trasgressivo e anticonformista, fa suo in modo unico. Quella di Lourdes è una vera e propria eredità, per la mamma è stata una musa per lo stilista francese negli anni Novanta. È stato Gaultier a realizzare per la cantante i costumi indossati durante il Blonde Ambition tour nel 1990. Qui si sta facendo la storia della musica, ma anche della moda. È nella memoria di tutti l’iconico bustino con reggiseno a cono.

Madonna ama molto lo stilista e anche l’anno scorso, si è presentata al Met in abito principesco total black e corona firmato Jean Paul Gaultier. E Lourdes e la madre non sono così tanto diverse né fisicamente né caratterialmente.

La giovane figlia ha già lavorato nella moda, per la campagna pubblicitaria della fragranza Pop di Stella McCartney e poi per la campagna MadeMe di Converse. Ha fatto tanto discute, invece, la sua sfilata per Gypsy Sport durante la scorsa New York Fashion Week.

Foto | Facebook

  • shares
  • Mail