Nanospore


Difficile nascondere la mia passione per fumetti e Giappone, altrettanto difficile nascondere il mio entusiasmo per aver scoperto Nanospore.

Mi è sembrato di rivivere gli esordi di Simone Legno (alias Tokidoki), quando abitava a Roma dietro casa mia e non era conosciuto da nessuno.

In effetti il design è molto simile e i characters sono semplicemente adorabili. Sul sito ufficiale(date un'occhiata anche al vecchio sito), potete trovare la storia della loro nascita e una classificazione completa di tutte le nanospore.

Su Freshness potete leggere una interessante intervista al duo di nanospore(Paul Hwang e Ben Lee). Tutto nacque quando si incontrarono all'Art Center College of Design a Pasadena, dove divennero compagni di stanza. Da questa fruttuosa collaborazione nacque il progetto nanospore.



La loro attività prevede principalmente giocattoli, ma anche poster, murales, installazioni, adesivi e quanto le fertili menti di Paul e Ben producono. In alcune foto delle ultime esposizioni si può vedere che si stanno indirizzando anche verso t-shirt, cappellini, pins, ecc...Irrinunciabili i portachiavi!




Attualmente ho scovato shop online, che però vi assicuro è piuttosto scarno. Speriamo che come è previsto, ci sia presto la commercializzazione di molti altri oggetti. Nel frattempo qualcosaltro è in vendita nello store di gallery nucleus, dove guarda caso, ci sono anche alcune creazioni di Simone Legno...Da visitare anche per le sue fantasiose t-shirt.

Ultima risorsa la lista dei venditori europei. Considerate che gli oggetti in vendita costano pochissimo!

Teneteli sotto controllo, l'invasione delle nanospore è iniziata! ;-)


  • shares
  • Mail