Suberis: Il sughero diventa tessuto

Un viaggio nella magica terra sarda alla scoperta del sughero. Dalla pianta a materia preziosa per creare capi moda ed accessori.

Suberis: la moda del Sughero

Dopo anni di collaborazioni con le più grandi maison di moda, la Sig.ra Anna Grindi, da sempre immersa nel mondo del sughero, è riuscita a brevettare un nuovo modo di lavorare questo antico materiale della tradizione sarda, per renderlo parte attiva delle sue idee moda. Da preziosi capi di abbigliamento, spesso impreziositi da pregiati ricami, ad accessori quali scarpe e borse, per arrivare ad elaborazioni di complementi di arredo eleganti e di pratico utilizzo in casa.

Suberis: la moda del Sughero Suberis: la moda del Sughero

Dalla parte più nobile della corteccia della quercia la signora del sughero, estrae foglie di materiale morbido e pregiato, che attraverso la sua tecnica innovativa e segretissima, nei suoi laboratori di Tempio Pausania, nel cuore della Gallura, lavora fino a crear dei rulli di tessuto che posso tradursi anche in filati ideali per la realizzazione di tappeti su telaio.
Suberis: la moda del Sughero Suberis: la moda del Sughero Suberis: la moda del Sughero

Al tatto il sughero, così lavorato, si presenta morbido come un suede e dalla consistenza simile alla nappa e, come questi pellami, risulta di "facilissima" lavorazione; permettendo alla Grindi di realizzare qualsiasi capo.
Suberis: la moda del Sughero
Suberis: la moda del Sughero
Suberis: la moda del Sughero

Alla vista può mantenere i toni naturali del giallo ocra, e dell'écru con sfumature date proprio dall'assemblaggio dei differenti lembi di corteccia, o esser tinto con toni caldi e colori naturali, per ottenere nuances di grigio antracite e nero. Il rosso mattone, dal tono unico e mitico, richiama alla mente i mortai fenici nei quali i murici pestati davano vita al color porpora, trasferendo a questi capi un effetto cromatico naturale e vissuto.
Suberis: la moda del Sughero

  • shares
  • Mail