Intervista a Carine Roitfeld, dopo il suo annuncio shock


Una notizia come quella dell'addio di Carine Roitfeld all'edizione francese di Vogue è un vero scossone per il mondo dell'editoria e della moda. Da giorni è partito, come nelle migliori tradizioni, il toto successione: si sono fatti i nomi di Emmanuelle Alt (braccio destro di Carine e fashion director di Vogue France), Virginie Mouzat (fashion editor del quotidiano Le Figaro, che ha pubblicato due romanzi), Alexandra Golovanoff (presentatrice TV specializzata in moda ed economia), Aliona Doletskaya (ex Direttore di Vogue Russia ora inoccupata). Tutti rumors, nulla di confermato. Ma se volete sapere che cosa farà Carine Roitfeld (che dovrebbe lasciare la redazione tra fine gennaio e inizio febbraio, in tempo per preparare i numeri di febbraio e marzo del mensile), leggetevi cosa ha detto in quest'intervista a WWD, il più autorevole quotidiano di moda del mondo. Un occhio al passato (come non ricordare molte delle copertine che cita nell'intervista) e una mano al futuro, per una donna che ha decisamente rinnovato l'immagine di Vogue, dando spazio tra le pagine della rivista a tantissime tematiche controverse e spesso taciute dal fashion system, come sessualità e razzismo.
(Foto: sx agosto 2003 Sophie Marceau fuma una sigaretta; dx ottobre 2010 celebrazione dei 90 anni di Vogue France)

  • shares
  • Mail