Chi di voi conosce Etsy, non faticherà a capire il meccanismo di Babirussa. Nella breve intervista che mi ha concesso una delle menti del progetto, si capisce alla perfezione di cosa si tratta. Se siete creativi, artigiani e volete aprire una boutique online, Babirussa è la naturale soluzione tutta italiana.

Chi c’è dietro il progetto Babirussa?
Dietro il progetto di Babirussa.it c’è Babirussa s.rl., una società composta da un team tutto italiano. In pianta stabile siamo in sei, uniti dalla passione per design, artigianato e nuove tecnologie. Con il progetto Babirussa abbiamo deciso di mettere insieme queste nostre passioni e tutta l’esperienza di oltre 10 anni di lavoro sul web.

La nostra mascotte, il babirussa, è il cinghialetto buffo e apparentemente sgraziato delle Isole della Sonda dalle parti di Sandokan, che sottolinea l’importanza e il valore dell’handmade nella sua unicità – con tutti i piccoli difetti che lo differenziano dalla standardizzazione dei prodotti industriali. Babirussa è on line dal settembre 2010, ma il progetto lo avevamo in testa da un paio d’anni ed è’ cresciuto lentamente perché tutti avevamo altri lavori e potevamo dedicare solo una parte limitata del nostro tempo al progetto. Babirussa nasce infatti per passione, non abbiamo avuto finanziamenti o capitali alle spalle, ma solo la grande fiducia che il nostro progetto fosse bello e utile per tanti artisti e creativi e per tutti quelli che amano le cose fatte a mano.

Siete la naturale alternativa italiana ad Etsy?
Siamo stati dei grandi ammiratori di Etsy quando ancora in Italia non era conosciuto e anche se per noi è un onore essere avvicinati ai tipi di Etsy, non vogliamo rifare Etsy in italiano.

Come nasce l’idea Babirussa?
Babirussa nasce da una storia personale. Una sera ero in trasferta per lavoro e passo in un mercatino estivo dove vedo un anello da regalare alla mia fidanzata, molto bello. Ci penso un po’ perché ho la testa da un’altra parte, chiedo alla creativa il biglietto da visita (sopra non c’è un sito da contattare) poi arriva il collega e la serata se ne va. Quando torno a casa mi pento di non aver comprato l’anello e non so come fare per acquistarlo. Ecco, la scintilla nasce un po’ per riportare online lo spirito e la creatività di questi artisti.

Abbiamo fatto Babirussa perché siamo sicuri che in Italia ci sia una vena creativa profonda fatta di artigiani eccezionali, di prodotti locali e tipici, si persone che lavorano “ai ferri”, cuciono, intagliano, costruiscono con tutti i materiali possibili.
Qualsiasi cosa facciano, lo fanno con uno stile e una cura tutta italiana, ed è da questa cosa che vogliamo partire per farla diventare una risorsa per tutte le persone che la possiedono e per tutti coloro che sono interessati ad acquistare oggetti unici e di qualità, ed uscire dai binari degli acquisti industriali e dei prodotti sempre uguali. Nelle vetrine virtuali saranno presenti solo oggetti originali, prodotti da una miriade di indipendenti, spesso dei talenti nel proprio campo, ma che, a causa dei ristretti margini di profitto, non hanno la possibilità di promuovere adeguatamente le proprie opere, oppure non hanno intenzione di sottostare alle logiche degli intermediari tradizionali.

Spiegaci in poche parole cosa deve fare un utente che vuole pubblicare dei lavori su Babirussa?
Vendere su Babirussa è molto semplice. Basta registrarsi al portale, fornendo i dati richiesti. L’offerta per i venditori è semplice: l’apertura del negozio è gratuita. Soltanto in caso di vendita si corrisponde al portale il 10% della vendita (spese di spedizione escluse).

Qual’è lo scopo di Babirussa?
“Metti in vendita la tua creatività” è lo slogan sulla nostra home page. Lo scopo di Babirussa è dare la possibilità ai creativi, agli artigiani, a chi fa le cose per hobby e a chi le fa di mestiere, ai nativi digitali e ai “tardivi” digitali di mettere in vendita le proprie creazioni e venderle a un pubblico ampio in modo facile e rapido. Babirussa nasce per superare i mille problemi logistici della bancarella e far emergere il talento,
spesso invisibile, e l’originalità e la peculiarità delle idee e degli oggetti, attraverso un unico punto di accesso online che non si sovrappone ai siti e ai blog personali di ciascun venditore, ma punta sull'”unione che fa la forza”. Babirussa nasce anche per aggregare una nuova community intorno ai temi della creatività manuale, del riuso dei materiali, delle scelte sostenibili,grazie ad un blog e ad altri strumenti online che oggi sono ai primi passi e che domani sperano di essere un punto di riferimento per tutti quelli che amano questi argomenti. Come si diceva un tempo, un altro mondo è possibile, meno standardizzato, più creativo, più eco-freindly. Noi puntiamo a dargli voce.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Accessori Leggi tutto