Milano Moda Donna A/I 2011 Live: Ermanno Scervino


Una delle cose che apprezzo di più (e non è ironia) è la tensostruttura (leggi anche tendone) che è stato posto in Piazza Duomo e che fa da location per alcune sfilate; vedere il Duomo, e Milano, che in giornate di sole fanno da cornice alla moda e al suo circo (se date un occhio per le strade è davvero un circo). Scusate questa romantica digressione sulla città capitale della moda italiana, ma secondo me ogni tanto va ricordato anche questo aspetto. Oggi siamo da Ermanno Scervino, marchio fiorentino che nel giro di pochi anni si è affermato nell'Olimpo della moda.

Passiamo alla collezione. Una collezione che strizza l'occhio al minimalismo e alle signorine bon ton, mantenendo comunque un po' di quell'anima rock che caratterizza il marchio; è cominciata un'evoluzione, lo stile sta maturando e lo si vede nella ricchissima collezione che sfila in passerella oggi; una passerella che non esiterei a definire titanica, tanti sono i pezzi e i look che abbiamo modo di vedere. Colori dominanti il bianco e il nero, il melanzana e il color cammello, il verde, sia nella nuance in verde acido che in verde bosco, il ghiaccio e il grigio, con qualche tocco di arancione. Tronchetti e sandali con maxi plateau definiscono lo stile di questa donna, che di giorno sceglie mise con cui "coprirsi" e di sera osa di più, come con l'abito a tuta con pantaloni a zampa di elefante che lascia completamente scoperta la schiena, interpretato magistralmente dalla top Bianca Balti.

Gioca sul contrasto il nude look con il cappotto che arriva alle caviglie (e oltre), i pantaloni di lurex si combinano con semplicissimi pull che, sorpresa, portano l'abbottonatura sul retro (come si usava tanti anni fa). La luce è regalata dalle paillettes e dal lurex che illumina anche abiti da sera drappeggiati così come il pull bcbg (bon chic bon genre) abbinato alla strizzatissima gonna a tubo. Il verde acido fa capolino su abiti di linea essenziale e su cappotti, combinandosi con la pelliccia avorio. Anche per Ermanno Scervino la pelliccia è un capo irrinunciabile (ma è eco!) per questa stagione, e diventa la bordura di cappotti, giacche, abiti, cappe. Anche lo styling dei capelli guarda indietro, con i capelli gonfi e raccolti sulla nuca, come si usava negli Anni Sessanta; e, a completare il tutto, occhi bistrati di nero.

Ermanno Scervino
Ermanno Scervino
Ermanno Scervino
Ermanno Scervino
Ermanno Scervino
Ermanno Scervino

Ermanno Scervino
Ermanno Scervino
Ermanno Scervino
Ermanno Scervino
Ermanno Scervino
Ermanno Scervino
Ermanno Scervino
Ermanno Scervino
Ermanno Scervino

  • shares
  • Mail