Grammy Awards 2014, il red carpet: i look migliori e peggiori secondo Fashionblog

La classifica di Fashionblog sugli outfit presentati nel corso della 56esima cerimonia dei premi musicali più famosi al mondo: noia e luccichio, in sostanza.

US-MUSIC-GRAMMY AWARDS-TROPHY

Nel corso della lunghissima diretta (più di sei ore tra pre-show, red carpet e premiazioni) che ha visto trionfare, meritatamente, il duo electro dei Daft Punk e il rap ingentilito e sociale di Macklemore & Ryan Lewis, si sono viste naturalmente sfilare moltissime star e starlette più o meno agghindate.

I Grammy Awards sono l'equivalente degli Oscar della musica, ma come vi abbiamo raccontato nella nostra personalissima summa degli abiti più belli di sempre sfoggiati sui red carpet dei Grammy, non sempre i vestiti sono all'altezza della situazione: vuoi per l'atmosfera di ritrovo generale, effetto riunione delle superiori, vuoi per le personalità dei musicisti e il loro buon gusto a intermittenza, il red carpet di questi Grammy Awards 2014 non è stato propriamente un momento di stupore.

Pochi abiti sono stati davvero interessanti, forse a causa del problema fondamentale che per indossare un certo vestito devi avere personalità e saperlo portare; se ti fai dominare dall'abito, il risultato non sarà per niente positivo. Molti nomi di designer emergenti, per fortuna molto in voga tra i cantanti.


Grammy 2014, i look femminili

        

Le donne presenti alla serata hanno generalmente osato il metallico scintillante, a parte qualche pop di colore affidato all'indaco dell'Armani di Alicia Keys, il rosso intenso scelto da Pink, Gloria Estefan, Miranda Lambert e Colbie Caillat rispettivamente in Johanna Johnson, Gustavo Cadile, Pamella Roland ed Ezra Santos, o il tentativo gonna+camicia trasparente di Zendaya Coleman in Ungaro. Poco chiffon, osato da Katy Perry che ha indossato il Valentino con le note musicali già segnalato sui giornali di moda mondiali come pezzo forte per i Grammys. Qualche effetto nudo malriuscito, moltissimi lustrini e tessuti luccicanti, da vere dive o presunte tali, e altrettanto nero con tocchi di androginia come quello osato da Madonna in un tuxedo di Ralph Lauren.

La migliore di tutte, per personalità e stile, è stata però Cyndi Lauper (sempre più somigliante a Vivienne Westwood) in Alexander McQueen: cappa con elaborata incrostazione d'oro al collo, pantaloni, tacchi e capelli rossi per una interpretazione originalissima e decisamente personale del red carpet.

56th GRAMMY Awards - Arrivals


E' andata decisamente meglio nella moda uomo: quanto ad originalità ben dosata il primo premio va a Ben Haggerty, in arte Macklemore, che ha sfoggiato con la giusta attitudine un favoloso abito in velluto color ottanio che soltanto lui avrebbe potuto indossare.

56th GRAMMY Awards - Arrivals

Anche Robin Thicke ha scelto il velluto, ma in nero e in un Armani abbastanza tradizionale. Bene anche il compare di Macklemore, Ryan Lewis, con un abito pied-de-poule in azzurro scuro abbinato a mocassini sufficientemente dissacranti, così come splendidi i tre Black Sabbath guidati da un Ozzy Osbourne in forma e stile senza pari (come sempre). La palma dell'eleganza va a John Legend, decisamente il più classico e d'antan in un tradizionalissimo e ben riuscito abito nero con camicia bianca e farfallino, e ai Disclosure, in abito grigio te bottoni, mentre il look di Pharrell Williams in giacca di pelle Adidas, jeans e cappello oversize è stata la vera botta di personalità fuori luogo della serata.

In fondo parliamo di Grammy, son poi premi musicali: perché vestirsi come se dovessi andare a far la spesa il sabato mattina?

Grammy 2014, i look maschili

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail