Paris Fashion Week: la principessa di Valentino

valentino

Tulle, velluto, pizzo. La donna di Valentino cavalca la passerella di Parigi avvolta da un'aurea principesca e ci fa sognare ad occhi aperti. Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli, i due creativi che sono i successori di Valentino Garavani, ci mostrano un lato della femminilità ormai sconosciuto nel fashion system: aggraziato, pudico e garbato. Quello che hanno creato è una collezione di abiti basati sull'essenza del sentirsi donna, non certo sulla fama o sulla popolarità. Il loro è un lavoro discreto, che ricorda molto i grandi sarti che lavorano dietro le quinte e che sono gli artefici di quell'haute couture che vediamo sulle passerelle di tutto il mondo. Dice infatti Piccioli:


"Ed è proprio questo quello che noi cerchiamo di fare in questa maison: mettere il design e il sapere artigianale tutto al servizio della donna e non della nostra fama"

Succede quindi che lo stile è quello dei più classici capi di Valentino, ma ridotto all'essenza dell'eleganza, senza grandi sfarzi. Uno degli abiti più preziosi, ad esempio, è in rete di cotone nero con ortensie e papaveri scuri, ritagliati nel velluto e applicati in rilievo, ma ecco poi spuntare ai piedi della modella espadrillas di corda e pizzo. Take it easy, verrebbe da dire. Ma senza lasciare nulla al caso. Balze, voile e trasparenze, ma senza scollature. Al massimo un vedo-non-vedo, che non risulta mai volgare. Tutta la linea è sospesa in questo sogno che vorrebbe farti acquistare l'intera collezione. Raccontarla è impossibile, guardarla nella nostra gallery un dovere. Voto 9 e mezzo.

Valentino - Collezione P/E 2012


  • shares
  • Mail