Perchè Steve Jobs indossava sempre le maglie a lupetto


La maglia nera con collo a lupetto -accostata rigorosamente a un paio di Levi's 501- era uno dei dettagli che rendeva Steve Jobs ultrariconoscibile anche per chi mastica poco o niente di tecnologia; in un'intervista comparsa su Gawker, tratta dalla biografia del co-fondatore della Apple in uscita a breve, Jobs spiega a Walter Isaacson il perchè e il percome di tale scelta stilistica. Scrive Isaacson:

...durante un viaggio in Giappone nei primi anni '80, Jobs chiese al direttore della Sony, Akio Morita, perchè tutti in azienda indossassero delle uniformi. Lui rispose che dopo la guerra, molti non avevano niente da mettersi e la Sony iniziò a fornire i suoi lavoratori di vestiti per lavorare; poi con il passare del tempo, si è visto che il vestire allo stesso modo, produce un certo senso di appartenenza tra le persone, e questo era esattamente ciò che Steve voleva per i lavoratori della Apple.

La Sony poi, aveva un occhiodi riguardo in fatto di stile, e chiese di disegnare le divise niente meno che a Issey Miyake; così fece Jobs, che tornò in America con dei prototipi da proporre alla sua crew. Peccato però che l'idea non piacque per niente a coloro che avrebbero dovuto indossare le divise.

Ciò nonostante, restò il legame con Miyake, e con la frequentazione tra i due, emerse piano piano l'idea di creare una divisa solo per sè stesso; qualcosa di altamente riconoscibile, da indossare durante le frequenti apparizioni in pubblico. Jobs chiese a Miyake di realizzare un po' delle maglie che gli piacevano tanto, e Miyake gliene fornì a centinaia. Ecco perchè li indossava sempre, il suo guardaroba era letteralmente stipato di lupetti neri.

Via | Gawker

  • shares
  • Mail