Storia degli stivali dal Medioevo ai giorni nostri

Storia degli stivali dal Medioevo ai giorni nostri

Qualche tempo fa mi ero divertita a cercare i sandali più strani della storia, cercando di spiegare anche la costruzione di una scarpa e soprattutto come nasce una calzatura da donna. Oggi è la volta degli stivali, che esistono dai tempi dei tempi e che negli anni poi sono diventati sinonimo di moda soprattutto per le donne, un tempo escluse dal portare tale accessorio declinato solo al maschile.

Gli stivali ci portano molto indietro nel tempo, nelle favole di Charles Perrault, come il Gatto con gli Stivali e Pollicino. In entrambe le fiabe, lo stivale era strumento di forza e magia e nella vita quotidiana si ritrovava tale messaggio, perchè in ambito maschile venivano indossati da soldati e uomini potenti. Poi subentra l'eleganza, nell'800 spuntano gli stivaletti con lacci e bottoni da donna, estremamente sexy per l'epoca.

Nel '900 gli anni d'oro dello stivale come status symbol sono i '60, dove con l'avvento della minigonna, diventano elemento fondamentale del look. E poi quelli da cowboy, a metà coscia (ricordate Barbarella?), elastici, a tronchetto, con tacco a rocchetto, a spillo, in vernice, tessuto e chi più nè ha più nè metta!

Storia degli stivali dal Medioevo ai giorni nostri
Storia degli stivali dal Medioevo ai giorni nostri
Storia degli stivali dal Medioevo ai giorni nostri
Storia degli stivali dal Medioevo ai giorni nostri
Storia degli stivali dal Medioevo ai giorni nostri
Storia degli stivali dal Medioevo ai giorni nostri
Storia degli stivali dal Medioevo ai giorni nostri
Storia degli stivali dal Medioevo ai giorni nostri

Storia degli stivali dal Medioevo ai giorni nostri

  • shares
  • Mail