Moda d'Oriente

li bing bing

Cina, Giappone, Korea: l'Oriente fa tendenza anche nel settore moda. Mentre in Europa si fa strada la recessione, in Asia si sta assistendo ad un vero e proprio boom economico, dove il potere d'acquisto avanza a ritmi folli e le novità vengono letteralmente divorate da consumatori giovani, con un'età media tra i 25 e i 44 anni. Le grandi firme hanno iniziato già da tempo a strizzar l'occhio all'altra fetta di mondo con aperture di store monomarca, eventi, mostre e sfilate. Si pensi che solo in queste settimane hanno presentato le collezioni autunno-inverno 2012-13 tra Beijing, Hong Kong e Tokyo Lanvin, Gucci, Victoria Beckham e Roberto Cavalli. Senza contare gli eventi correlati ai fashion show, di cui il video del "making of" di Gucci (dopo il salto) è solo un esempio. L'Oriente è considerato sinonimo di freschezza, modernità e bellezza.

Prova ne è il trionfo delle modelle cinesi, come Li Bing Bing - che è anche attrice - scelta da Gucci per la nuova campagna dedicata agli accessori e Liu Wen, la top model cinese più famosa del mondo, testimonial per anni di Calvin Klein. Anche Emporio Armani preferisce gli occhi a mandorla per la campagna primavera - estate 2012 e sceglie i modelli Wang Xiao, cinese, e Tao Okamoto, giapponese, e come location Hong Kong; Salvatore Ferragamo ha invece festeggiato gli 80 della maison a Shangai. Senza dimenticare il recente accordo firmato dalla Camera Nazionale della Moda con la China Fashion Association per il nuovo asse della moda Milano-Pechino. Che i pilastri della moda stiano virando verso est?

Moda d\'Oriente
Moda d\'Oriente
Moda d\'Oriente
Moda d\'Oriente
Moda d\'Oriente

Moda d\'Oriente
Moda d\'Oriente

Foto | Victoria Beckham, Gucci, Lanvin

  • shares
  • Mail