Copenaghen Fashion Summit: la moda sostenibile con tessuti made in Italy

Si è da poco concluso con successo il Copenaghen Fashion Summit, appuntamento che ha visto grande protagonista la moda sostenibile, organizzato da NICE, istituzione in cui confluiscono le cinque camere nazionali della moda di Norvegia, Svezia, Danimarca, Islanda e Finlandia e patrocinato dalla Principessa Maria di Danimarca. Importante la presenza di aziende italiane certificate con il meglio dell'eco tessile Made in Italy, i cui tessuti sono stati selezionati da C.l.a.s.s. (laboratorio di diffusione dei prodotti etici e innovativi) e utilizzati da quindici giovani stilisti per la creazione di capi dal design innovativo e dallo stile glamour che hanno sfilato al termine dell'evento.

Una realtà ancora poco diffusa, quella della moda etica, ma che sta prendendo sempre più piede grazie anche a marchi low cost come H&M, che ha prodotto la linea dedicata Conscious, o grazie a personaggi celebri come Livia Giuggioli Firth, fondatrice del progetto Green Carpet Challenge. Presenti al convegno internazionale anche nomi della moda come Vivienne Westwood e Gucci, tra le maison più attente in fatto di moda etica.

  • shares
  • Mail