Cappelli trash, i più assurdi mai indossati

Siete pronti a sorridere con la nostra galleria di immagini? Ecco una serie di cappelli trash che abbiamo scovato su Pinterest e non solo: a volte sono anche le celebrities (soprattutto di sangue blu) a regalarci look decisamente insoliti!

I cappelli trash sono sicuramente uno dei "vizi" più amati dalle celebrities di fama internazionale: in particolare sono le teste coronate a regalarci i look più insoliti, togliendo la corona e sfoggiando cappellini dalle forme e dai colori spesso improbabili. In questo la Regina Elisabetta II non ha rivali, anche se al matrimonio di Kate e William abbiamo visto cose che non avremmo mai voluto vedere.

Di solito ai matrimoni di persone dal sangue blu ne vediamo di cotte e di crude: non solo per il Royal Wedding di Buckingham Palace, ma anche ad esempio per le nozze celebrate di recente tra Zara Phillips e Mike Tindall, dove parenti, amici, conoscenti e invitati hanno dato libero sfogo alla loro creatività.

Più sono bizzarri, più ci piacciono. E più veniamo fotografati: ecco allora cappelli oversize dai colori improbabili, cappelli giganteschi o dalle forme strane e particolari, che subito attirano lo sguardo dei curiosi, togliendolo un po', in effetti, dalla sposa: del resto come non notare certi copricapi?

Cappelli trash

Cappelli trash
Cappelli trash
Cappelli trash
Cappelli trash
Cappelli trash
Cappelli trash
Cappelli trash
Cappelli trash
Cappelli trash
Cappelli trash
Cappelli trash
Cappelli trash
Cappelli trash
Cappelli trash
Cappelli trash

Ideali per cerimonie regali o per eventi mondani, come ad esempio il Royal Ascot, dove spesso vorremmo coprirci gli occhi per non vedere certe creazioni, in Inghilterra vanno per la maggiore. Sembra quasi essere un dress code non scritto: se hai un cappello bizzarro, sei ben accetta. Da non copiare, ovviamente, a meno di non avere qualche parentela con la Regina: qui risulteremmo decisamente fuori luogo e adatte magari ad una festa di Carnevale!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail