Neil Barrett a Milano Moda Uomo, il minimalismo diventa pop

Neil Barrett porta a Milano Moda Uomo la sua collezione autunno inverno 2015-2016, in bilico tra rigoroso minimalismo e accenti di scanzonato pop.

Neil Barrett a Milano Moda Uomo

Neil Barrett a Milano Moda Uomo sceglie l'incrocio felice tra il minimalismo più pulito, essenziale fino al midollo, che viene ravvivato da un'allegria di stampo pop, quasi da fumetto: nella collezione autunno inverno 2015-2016 di Neil Barrett trovano posto accenti più sportivi e momenti ben più eleganti, di alta classe, uniti da un filo conduttore che tiene ben salda la coerenza logica dello stilista.

La collezione di Neil Barrett per la moda uomo autunno inverno 2015-2016 ripesca efficacemente pezzi dalle epoche passate per spolverarli dalla patina del tempo e riproporceli rivisitati, pratici senza rinunciare allo stile e al tempo stesso immediati, facilmente indossabili anche dagli uomini che tendono a rifuggire come la peste la moda.

La versatilità di Neil Barrett è intelligente, perché passa dai pantaloni più stretti quasi a leggings per approdare su linee slim ma fluide, che seguono il passo ondeggiando morbidamente. Immancabili i capispalla e i maglioni patchwork che acquistano classe estrema grazie agli accostamenti geometrici dei tessuti.

Neil Barrett a Milano Moda Uomo

Della collezione Neil Barrett autunno inverno 2015-2016 mi piace praticamente tutto: dalla palette dei colori, che riporta in auge il verde chiaro alternato al nero, al grigio perla e antracite fino agli ibridi tra greige e verde/marrone, fino alle linee eleganti dei capispalla che puntano alla praticità versatile. Alcuni cappotti sono veramente dei pezzi notevoli, coì come i corti giubbottini in panno dalla linea asciutta portati con eleganza su sottili maglioncini e comodi pantaloni.

Tra gli elementi di questa collezione che mi hanno meno colpita, sicuramente i cappotti bicolore che erano di gran auge sulle passerelle dello scorso inverno, ma che non hanno mai veramente conquistato il retail: perché riproporli di nuovo, visto che già non avevano funzionato e che non sembrano particolarmente amati?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail