New York Fashion Week, l'inno all'abito in maglia di BCBGMAXAZRIA per l'autunno inverno 2015-2016

BCBGMAXAZRIA ha presentato la collezione autunno inverno 2015.2016 alle Sfilate di New York: in passerella il ritorno dell’abito in maglia.

Da 25 anni calcano la passerella. Sono loro, la coppia indissolubile nel lavoro e nella vita, Max e Lubov Azria. Dividono tutto, dalla direzione creativa a quella amministrativa, e le loro sfilate sono un meraviglioso passo a due, proprio come quella che è appena andata in scena alla New York Fashion Week, durante cui hanno presentato la collezione autunno-inverno 2015-2016. Il loro stile non invecchia mai, pur conservando una certa autenticità (sarà che qui non c’è un susseguirsi di stilisti che anno dopo anno cercano di rinnovare il brand), o almeno non ancora.

BCBGMAXAZRIA autunno-inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week

BCBGMAXAZRIA autunno-inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week

BCBGMAXAZRIA autunno-inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
BCBGMAXAZRIA autunno-inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
BCBGMAXAZRIA autunno-inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
BCBGMAXAZRIA autunno-inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
BCBGMAXAZRIA autunno-inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
BCBGMAXAZRIA autunno-inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
BCBGMAXAZRIA autunno-inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week

Per la prossima stagione invernale, BCBGMAXAZRIA celebra il vestito in maglia. Tantissimi maglioni e cardigan, sovrapposti a volte come se fossero giacche, a volte come se fossero cappotti. Spicca però l’abito, che non è mai troppo corto né troppo lungo. Ha una gonna quasi sempre asimmetrica, con tagli biechi che la rendono più armoniosa e femminile la donna di BCBGMAXAZRIA, e il collo alto. Il collo alto, quasi fosse uno scialle, in realtà è una sorta di fil rouge della collezione. Tanti i dettagli in pelle, che spesso fungono quasi come decorazioni e fantasia. Non manca il montone, sia nelle scarpe, sia nell’abbigliamento.

Ci piace

I colori naturali sono meravigliosi, rilassano la vista e soprattutto non stancano mai. La lana sembra essere il filato chiave e rende tutti i capi in magli (che sono veramente tanti) soffici e morbidi. È una collezione che vorrei poter indossare. Quasi tutto, infatti, è pensato per la donna moderna, che ha degli impegni, va in ufficio e sicuramente non vive su una passerella.

Non ci piace

Alcuni capi hanno un taglio leggermente etnico, quasi azteco. Forse si poteva evitare. Poco valorizzati gli accessori: solo per le scarpe stivali che arrivano al ginocchio e ankle boots spesso rivestiti in montone dal pelo lungo. Un po’ poco.

  • shares
  • Mail