New York Fashion Week, il selvaggio west di Ralph Lauren per l’autunno inverno 2015-2016

Ralph Lauren ha fatto un viaggio del tempo: ha raccontato il west nella sua collezione autunno inverno 2015-2016.

Ralph Lauren ha davvero fatto colpo, dimostrandosi come sempre un maestro. La sua donna non è mai iper elegante, ha sempre una vena sportiva e pratica di un certo rilievo. Ha deciso di ripercorre la storia d’America, ricordando gli indiani e il mitico far west protagonista di tantissimi pellicole di successo e di storie avventurose. Ecco quindi il ritorno della pelliccia, che però non è visone, ma shearling intarsiato, barocco, con bordure di cachemire.

Ralph Lauren autunno inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week

Ralph Lauren autunno inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week

Ralph Lauren autunno inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
Ralph Lauren autunno inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
Ralph Lauren autunno inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
Ralph Lauren autunno inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
Ralph Lauren autunno inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
Ralph Lauren autunno inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
Ralph Lauren autunno inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
Ralph Lauren autunno inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
Ralph Lauren autunno inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
Ralph Lauren autunno inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
Ralph Lauren autunno inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
Ralph Lauren autunno inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
Ralph Lauren autunno inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
Ralph Lauren autunno inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week
Ralph Lauren autunno inverno 2015-2016 alla New York Fashion Week

Il cachemire è sicuramente il grande protagonista. Questo filato ha assunto durante la collezione aspetti molto diverso: si è trasformato in pizzo per la sera, apparentemente in cappotto di mongolia, in frange per finire gli orli e via così. La maglia è quindi il fil rouge, tutto è realizzato dalla pelliccia che diventa tessile agli abiti. Bello, molto belle. La fashion week newyorkese si chiude con grande sorpresa. Lo stilista ha così commentato il suo lavoro:

Ho voluto creare un mondo sensuale e ricco di molte dimensioni in un paesaggio invernale accogliente e al contempo di grande audacia. Romanticismo nomade per i montoni artigianali, raffinati e sartorialità pura e di altissima manifattura. Mi sono lasciato ispirare da una donna che osa e che esprime la propria individualità in modo creativo.

Ci piace

Abbiamo apprezzato molto l’idea che finalmente il pelo può non necessariamente essere sintetico, ma non c’è neanche bisogno di uccidere barbaricamente gli animali. E poi è una collezione di che sa di caldo, di pratico e di femminilità.

Non ci piace

Onestamente alcuni abiti da sera con cappelli in pelliccia e guanti ci sono sembrati un po’ un azzardo, soprattutto nel selvaggio West. Si può però perdonare un tocco di creatività su una delle passerelle di moda più importanti del mondo.

  • shares
  • Mail