All'asta gli abiti di Daphne Guinness

L'icona internazionale di stile numero uno al mondo, Daphne Guinness, mette all'asta 100 tra i suoi abiti più belli. L'appuntamento è per il 27 giugno da Christie's a Londra e lo scopo è quello di sostenere l'associazione Isabella Blow Foundation, da lei fondata a sostegno di giovani artisti e designer di talento, in memoria della celebre stylist e amica, morta suicida nel 2007. Quella dell'ereditiera irlandese è una straordinaria e unica collezione di capi e accessori: pezzi orientali, molte camicie bianche e giacche nere (i due colori must per Daphne), abiti confezionati su misura, copricapo e le immancabili e vertiginose scarpe con tacco davanti.

Tra gli stilisti della fortunata selezione del suo guardaroba compaiono Chanel, Balenciaga, Prada, Azzedine Alaia e Gareth Pugh, Lanvin; il pezzo forte sarà il mini-abito d'argento confezionato nel 2008 appositamente per lei da Alexander McQueen (morto anch'egli suicida nel 2010), valutato tra i 18 e i 24mila euro. Un capo che ha per Daphne un valore affettivo inestimabile: lei, lo stilista e Isabella Blow formavano un trio inseparabile e, oltre ad essere uniti dalla passione per la moda, erano legati da una profonda amicizia.

Fu Isabella infatti a scoprire il giovane talento di McQueen e ad acquistare la sua prima collezione per 5 mila sterline, pagandola in rate settimanali da 100 sterline; da allora iniziarono a collaborare insieme, fino a che la maison venne ceduta al gruppo Gucci. Come Daphne anche la designer ha sempre avuto un particolare talento nello scovare nuovi e giovani talenti: sue anche le scoperte delle modelle Stella Tennant e Sophie Dahl. Una mente creativa e molto fragile, il cui ricordo rimane vivo grazie alla tenacia di Daphne.

Daphne Guinness (TM News)

Daphne Guinness (TM News)
Daphne Guinness (TM News)
Daphne Guinness (TM News)
Daphne Guinness (TM News)

Via | Vanity Fair

  • shares
  • Mail