Milano Moda Uomo: Salvatore Ferragamo primavera/estate 2013

Salvatore Ferragamo primavera/estate 2013

Pop art, fumetti e intrusioni avanguarde del primo novecento, in sintesi una vera e propria esplosione di sofisticate pennellate di colore si riversano sulla passerella dell'uomo di Salvatore Ferragamo per la primavera/estate 2013. Nel mood board della sfilata, gli indizi diventano importanti, una stampa di Marylin di Andy Wahrol, una piscina chiara, limpida e cristallina e i colori di partenza, basici, forti: il rosso, il giallo, il blu e il verde. Tradotti in passerella in color blocking esagerati ed esuberanti, dove il fluo, tendenza esasperante di queste ultime stagioni moda, è presente ancora e più che mai.

Un uomo quello di Massimiliano Giornetti in equilibrio tra casual, confortevole e spigliato ed eleganza, innata, di qualità e vestita con nonchalance, per essere notati, per sedurre: devoto ad una metropoli dinamica e in eterna trasformazione, prende ispirazione e si lascia trascinare dal nuovo sincretismo urbano, in un viavai infinito. Dettagli hyper sofisticati, micro pattern presenti anche nelle calzature, running shoes in complicati giochi di color block anch'esse, e nelle borse business e da viaggio, piatte maxi buste capienti e importanti, in bilico tra artigianato sapiente e antico e note futuristiche e hi-tech. L'outfit perfetto per quest'uomo chic e ultra moderno? Una camicia loose-fitting, dall'immediato effetto pittorico dato dalla stampa, abbinata ad una cravatta jacquard in cotone, pantaloni di taglio sartoriale che segnano appena nei punti giusti e si fermano giusto prima della caviglia morbili e light, il tutto sempre trasudando tinte shock e vibranti da tutti i pori.

A tratti compaiono però, per la gioia di quei maschi dal gusto più classico e sobrio, le tinte più easy dell'azzurro e del blu, declinate in blazer, pants e camicie dai tagli nautici e dagli eterni motivi a righe, immancabili nel guardaroba estivo, semplici da indossare, ever green e sempre così raffinati. Anche Ferragamo chiude lo show della Milano moda uomo con una pausa visiva a tutto questo flash cromatico, e sceglie di farlo con il bianco ottico, riposante, lucido e minimal accostato a tonalità neutre, per spegnere un po' i bollori dell'evanescenza surrealista e del viscoso dripping iniziale.

Salvatore Ferragamo primavera/estate 2013Salvatore Ferragamo primavera/estate 2013Salvatore Ferragamo primavera/estate 2013Salvatore Ferragamo primavera/estate 2013

Salvatore Ferragamo primavera/estate 2013Salvatore Ferragamo primavera/estate 2013Salvatore Ferragamo primavera/estate 2013Salvatore Ferragamo primavera/estate 2013Salvatore Ferragamo primavera/estate 2013Salvatore Ferragamo primavera/estate 2013Salvatore Ferragamo primavera/estate 2013

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: