Franca Sozzani all'Onu

Franca Sozzani all'Onu per parlare di moda. Non è uno scherzo e nemmeno un sogno: responsabile del progetto Fashion 4 development, che le è valso la prestigiosa nomina di Goodwill Ambassador, ha presentato ufficialmente all'Organizzazione delle Nazioni Unite il lavoro svolto finora. Il progetto è nato per sostenere realtà di giovani designers e produttori africani (ma anche di altri paesi) e incentivare il mercato fashion là dove c'è talento ma ben poche risorse per emergere.

La direttrice di Vogue Italia, che è da sempre promotrice di nuove e piccole realtà del settore, si è presentata al Palazzo di Vetro con l’ambasciatore italiano Cesare Maria Ragaglini, il Segretario Generale aggiunto per la partnership con il settore privato Bob Orr e l’inviato speciale per la malaria Ray Chambers per spiegare la sua mission:

"È fondamentale insegnare alle donne del luogo come lavorare, produrre e distribuire i prodotti, in modo da creare uno sviluppo a lungo termine."

Ecco allora il perché la scelta dell'ultimo numero di L'Uomo Vogue dedicato all'Africa. Quello fatto finora si traduce in lavoro a prezzi equi per paesi come il Ghana, la Nigeria, l'Etiopia, l'Uganda e il Kenya distribuito tramite una catena virtuosa che comprende aziende degli Stati Uniti, Europa e Italia. Un mercato innovativo, dall'alta qualità e artigianalità, tutto made in Africa e pronto a crescere sempre di più.

Via | Vanity Fair

  • shares
  • Mail