E’ iniziata Sabato scorso a Bologna e proseguirà fino al 10 marzo la sesta edizione del premio Furla per l’arte. Nato nel 2000, questo premio si tiene attualmente ogni due anni, per permettere ai moltissimi professionisti tra artisti, critici d’arte, curatori, direttori di musei e centri d’arte, nazionali e internazionali, di incontrarsi e confrontarsi.

Tale premio si è ritagliato un riconosciuto spazio tra le manifestazioni dedicate ai giovani artisti contemporanei italiani. Il meccanismo di selezione ammette a partecipare 30 artisti invitati da una commissione di segnalatori e selezionati da due giurie, la prima di livello nazionale, che determina i 5 finalisti e la seconda, internazionale, che designa il vincitore.


I cinque finalisti di questa edizione sono: Alice Cattaneo (Milano, 1976); Elenia Depedro (Breno – BS, 1976); Nicola Gobbetto (Milano, 1980); Luca Trevisani (Verona, 1979); Nico Vascellari (Vittorio Veneto – TV, 1976).

Le opere dei cinque finalisti saranno esposte in una mostra a Villa delle Rose, articolazione del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, inaugurata sabato 27 gennaio, in concomitanza con Arte Fiera, e proseguirà fino al 10 marzo.

Il vincitore, decretato il 10 marzo prossimo, oltre a ricevere un premio, avrà la possibilità di esporre un’opera alla collezione permanente del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Arte e Design Leggi tutto