La ragazza con il vestito del Drago di Emilio Pucci sfila alla Milano Moda Donna

sfilata pucci milano moda donna primavera-estate 2013

Emilio Pucci ha portato ieri sera in passerella alla Milano Moda Donna primavera-estate 2013, una collezione inusuale per la classica cifra stilistica della maison e dello stile Pucci, ma sorprendentemente piacevole, luminosa e forte. Il bianco, come un prisma di luce etereo e brillante, sovrasta da subito su tutti i capi proposti da Emilio Pucci. Si rompe così con la tradizione più canonica della casa di moda, che da sempre ha lanciato nell'Olimpo della moda mondiale, le sue celebri ed iconiche stampe, stagione dopo stagione, rinfrescate negli ultimissimi anni dall'abile lavoro di Peter Dundas: un caleidoscopio dai brillanti toni coloratissimi e pop.

Simbolo di leggerezza e purezza, è invece il bianco, il colore non colore per antonomasia, quello che emana una sensazione immediata di pace e relax visivo, ad essere il centro di gran parte della sfilata di Pucci. Bianco che vive alti livelli di simbolismo poetico sia in Oriente che in Occidente e si traduce in sensuali giochi tessili di trasparenze e dècors.

Sfilata di Emilip Pucci alla Milano Moda Donna primavera-estate 2013Sfilata di Emilip Pucci alla Milano Moda Donna primavera-estate 2013Emilio Pucci alla sfilata primavera-estate 2013 Milano moda donnaEmilio Pucci alla sfilata primavera-estate 2013 Milano moda donna

Oriente ed Occidente che si fondono in passerella da Pucci. Anche qui ritroviamo forti e chiari omaggi alla antica e saggia cultura del Sol Levante, del Giappone e soprattutto molteplici inchini alla sacralità degli abiti tradizionali dell'Indocina, a cui il designer si è ispirato. Il dualismo tra bianco e nero, tra bene e male, si rafforza in passerella, dopo l'incedere di tantissimi outfit total white, una pausa remember, con jumpsuit e maxi dress stampati nel pattern “Ellisse” del 1972 e poi i flash finali sono tutti per il colore del Peccato.

Le atmosfere d'Oriente, si respirano da Pucci prima solo tramite note velate e timide infiltrazioni nei ritrovati e super sexy Kimono di pregiata seta, verde acqua, blu elettrico e nero, o nei long dress in organza di seta che ricordano le principesse della Mille e una Notte.

Le contaminazioni orientali si fanno invece prepotenti e lampanti, quando viene svelato il nuovo disegno it, il guardiano dei tesori nascosti, alias the Dragon. Ricamato in bianco o in oro inonda i pattern di trench e capispalla, mini dress, gonne e abiti lunghi nero corvino. Dragone che diventa il fil rouge del finale in pompa della collezione, e ritroviamo come motivo grafico delle vertiginose scarpe-scultura di resina color avorio. La ragazza con il vestito del Drago invederà con forza la prossima primavera.

Sfilata di Emilip Pucci alla Milano Moda Donna primavera-estate 2013Sfilata di Emilip Pucci alla Milano Moda Donna primavera-estate 2013Sfilata di Emilip Pucci alla Milano Moda Donna primavera-estate 2013
Emilio Pucci alla sfilata primavera-estate 2013 Milano moda donna
Emilio Pucci alla sfilata primavera-estate 2013 Milano moda donna
Emilio Pucci alla sfilata primavera-estate 2013 Milano moda donna
Emilio Pucci alla sfilata primavera-estate 2013 Milano moda donna
Emilio Pucci alla sfilata primavera-estate 2013 Milano moda donna
Emilio Pucci alla sfilata primavera-estate 2013 Milano moda donna
Emilio Pucci alla sfilata primavera-estate 2013 Milano moda donna
Emilio Pucci alla sfilata primavera-estate 2013 Milano moda donna
Emilio Pucci alla sfilata primavera-estate 2013 Milano moda donna
Emilio Pucci alla sfilata primavera-estate 2013 Milano moda donna

  • shares
  • Mail