La donna audace di Anthony Vaccarello sfila a Paris Fashion Week primavera estate 2013

Anthony Vaccarello pe 2013

Anthony Vaccarello è stato tra i primi a inaugurare la settimana della moda parigina. Si è presentata da subito come una collezione che farà molto parlare, perché ai tagli sartoriali, che caratterizzano il designer belga, ha abbinato uno stile molto sensuale e decisamente d’impatto. I colori principali sono stati il bianco, il nero, l’oro e il turchese, cui bisogna aggiungere una stampa che ricorda il motivo animalier.

Questa collezione primavera estate 2013, la quarta sulle passerelle di Parigi, conferma Vaccarello come stilista audace. Ama il rischio, ama raccontare una donna senza utilizzare i soliti schemi e soprattutto non ha paura delle critiche. Risultato? Un mix perfetto di rock, eleganza, sex appeal. Gli abiti hanno linee molto morbide, a volte sono drappeggiati, e caratterizzati da spacchi profondi e gonne cortissime.
Anthony Vaccarello pe 2013
Anthony Vaccarello pe 2013
Anthony Vaccarello pe 2013
Anthony Vaccarello pe 2013

Le giacche, invece, hanno un taglio maschile, tanto da ricordare i classici completi uomo da ufficio. E il gioco degli opposti è piacevolissimo. I pantaloni sono molto affusolati e con vita bassa. Non manca mai, in qualsiasi modello, un favoloso tacco alto, per slanciare la gamba e soprattutto per sottolinearne la femminilità. Il merito è di Giuseppe Zanotti, che ormai da mesi collabora con Vaccarello, con splendidi risultati.

Torniamo però ai modelli, realizzati per una donna che ama farsi desiderare e soprattutto non vuole passare inosservata. Ecco quindi una stampa animalier moderna ed eccentrica, ma anche tantissimo oro. La musa del designer è una donna bellissima, si tratta di Anja Rubik, che quest’anno è riuscita a sorprendere anche gli ospiti di Schiaparelli and Prada: Impossible Conversation, organizzato al Metropolitan Museum di New York, per aver indossato uno spacco fin troppo profondo. Lei, la prova gambe di Anthony Vaccarello, certo, non la teme.

Foto| Athony Vaccarello su Facebook

  • shares
  • Mail