Romanticismo e bon ton per Dior alla Paris Fashion Week primavera estate 2013

Dior pe 2013

Romanticamente Dior. La grande maison francese ha portato il pubblico in un’altra dimensione, durante la sfilata della collezione primavera estate 2013 di Paris Fashion Week. Sulla passerella è sceso il bon ton, fatto di abitini color pastello, grandi e ampie gonne a metà tra gli anni Sessanta e gli anni Settanta, foulard legati al collo, al posto delle collane e colori tenui ma cangianti.

Le donne Dior sono signore che non amano fronzoli. Gli abiti, tutti davvero importanti nelle linee e preziosi nelle finiture, non hanno bisogno di essere accessoriati. Tacchi alti, qualche pochette e niente più. Anche i capelli, legati in un’austera coda di cavallo, hanno rispettato la purezza della collezione. L’unico azzardo è stato il make-up: ombretti glitterati stesi come ali farfalle, riprendono le fantasie dei modelli.
Dior pe 2013
Dior pe 2013
Dior pe 2013
Dior pe 2013

Sulla passerella di Dior in alcuni momenti abbiamo ammirato una ragazza che assomiglia a Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany. Numerosi gli abiti total black (tra cui anche tailleur pantalone), accompagnati da occhiali da sole oversize, per nascondere non solo gli occhi, ma anche i lineamenti del viso. Divertenti gli outfit da spiaggia, con shorts neri abbinati a top colorati. Dior quest’anno non rinuncia alle righe, maxi e orizzontali, a enormi rose, incontra i pois e gli Swarovski.
Dior pe 2013
Dior pe 2013
Dior pe 2013
Dior pe 2013
Sicuramente gli abiti più nuovi sono quelli che giocano sui veli: tubini colorati nascosti sotto tulle o leggerissima organza dello stesso colore. Molto belle, inoltre, le colorate gonne a campana lunghe fino a piedi, abbinate ad aderenti maglie nere: un tocco decisamente chic.

Raf Simons debutta quindi al prêt-à-porter della maison Dior in grande stile, dopo il successo ottenuto nella haute couture, e dimostra di essere la persona giusta al momento giusto, perché ha saputo rischiare introducendo dei capi nuovi e abbastanza naif, ma conservando lo spirito e l'eleganza della tradizione Dior. La prima prova è stata quindi superata, aspettiamo quindi le conferme future.

Dior pe 2013
Dior pe 2013
Dior pe 2013
Dior pe 2013
Dior pe 2013
Dior pe 2013
Dior pe 2013

  • shares
  • Mail