Chanel n° 5, la nascita e la storia del profumo iconico

Chanel n° 5 nascita e storia

Chanel n° 5 è un profumo unico nel suo genere, che ha rivoluzionato il mondo delle fragranze. In attesa che per la prima volta nella sua storia venga rappresentato da uomo, Brad Pitt, scopriamo insieme la nascita e la storia della fragranza icona del ventesimo secolo. Siamo nel 1921 e Coco Chanel è alla ricerca di un profumo esclusivo, "un profumo da donna che sappia di donna", all'altezza del suo vestito.

"Una donna dovrebbe indossarlo ovunque voglia essere baciata". È esigente Mademoiselle Coco, non ama le essenze classiche che sanno di rosa e mughetto, cerca qualcosa di femminile ed elaborato. Per la prima volta nella storia della profumeria una fragranza sfida le convenzioni dell'epoca, che prediligevano i profumi che esaltavano un'unica essenza. Coco Chanel incarica Ernest Beaux, profumiere degli Zar, che per ispirarsi si spinge fino al Circolo Polare Artico trovando la sua musa in quell'aria inebriante .

Ma Mademoiselle Coco lo sprona a spingersi oltre e a fare ancora meglio, aggiungendo all'essenza più gelsomino, Rose di maggio, vetiver di Haiti, ylang-ylang, legno di sandalo, fiori d'arancio, oli essenziali di Neroli, Fava Tonka del Brasile: Beaux compone per lei un bouquet con 80 essenze diverse. Per la prima volta vengono utilizzati gli aldeidi per comporre una fragranza, che aggiungono complessità alla miscela trasformando n° 5 in un profumo ancora più misterioso e impossibile da codificare.

Perché si chiama Chanel n° 5? Perché Coco scelse il quinto campione portatole da Ernest Beaux. Qualcuno afferma che scelse il numero cinque per il suo significante benaugurante. Anche il nome si rivela così una rivoluzione: in un'epoca di nomi pomposi e complessi, la stilista porta l'innovazione della semplicità, che si traduce anche nella scelta del flacone, neutro e semplice, dalle linee minimal e senza tempo: è lo stesso da 91 anni. L'ampolla si distingue subito da quelle ultra ricercate dell'epoca e attira subito l'attenzione. Si dice che il suo tappo, tagliato come un diamante, sia ispirato a Place Vendome.

N° 5 diventa ben presto una leggenda, quando Marilyn Monroe dichiara di andare a letto solo con qualche goccia di Chanel n° 5. Nel 1959 viene esposto al MOMA di New York, Andy Warhol gli dedica delle serigrafie; dopo la liberazione i soldati americani fanno la fila davanti alla boutique di Chanel per comprare una preziosa boccetta da portare a casa a mogli e fidanzate. In breve tempo il profumo si diffonde in tutto il mondo, dagli Stati Uniti al Giappone: diventa la fragranza più venduta al mondo.

Il profumo sconvolge anche il mondo pubblicitario: per la prima volta ad un prodotto viene associata l'immagine di un personaggio famoso, da Catherine Deneuve a Suzy Parker, celebrità dell'epoca prestano il loro volto per pubblicizzare l'essenza. Tuttora Chanel n° 5 è il profumo più venduto e celebre al mondo. Come se Coco Chanel fosse riuscita a trovare il segreto della femminilità eterna.

  • shares
  • Mail