Milano Fashion Week, i tweet del popolo della moda

I cinguettii del popolo della moda a Milano Fashion Week.

di Giorgio

Un mese questo di febbraio che ha visto il popolo della moda in fibrillazione, la valigia perennemente in mano e lo sguardo fatalmente agganciato ai cinguettii di Twitter. Puntuali come orologi svizzeri giornaliste e fashion blogger si preparano a lanciare dal celebre social i loro inarrestabili gorgheggi. Gorgheggi non sempre dolci o melodiosi. La nota, si sa, a volte può farsi improvvisamente affilata se non addirittura (oh la la) tagliente.

Primo e secondo giorno

Tuttavia iniziamo con la voce spensierata di Chiara Ferragni che mercoledì twitta insipida ma felice:

mentre il celebre Bryanboy, uno dei fashion blogger più seguiti dei cinque continenti, scorrazza per la città meneghina tra sfilate da vedere, boutique da visitare e look ovviamente da sfoggiare.

Non è mancata neppure la presenza del nostro disinvolto presidente del consiglio che proprio mercoledì si è ritrovato a pranzo con i gran nomi del Made in Italy.

Ahimè il primo giorno delle sfilate ha visto però anche il gran ritardo di Gucci (più di un’ora) che ha fatto schiumare rabbia a più di una giornalista e non tutti i commenti sull’ attesissimo show sono stati entusiasti (qui citiamo Matteo Osso)

Cambiando aria e sfilata, ecco che Christina Binkley, illustre giornalista del Wall Street Journal con 27.000 seguaci su Twitter, si dichiara soddisfattissima della collezione di Dundas per Roberto Cavalli.

Se il secondo giorno segna, diciamo così, il trionfo di Jenner Kendall al defilé di Fendi.


c’è anche qualcuno che accoratissimo ringrazia Miuccia Prada di esistere:

La giornata si conclude poi con il lampadario – degno di una reggia – di Moschino

Terzo e quarto giorno

Il terzo giorno inizia o meglio ancora lo facciamo iniziare con il look tutto luccichii di Bryanboy “celebrato” anche da Vogue.

si continua poi con il trionfo della riga riportato prontamente da Fashionista

e si conclude infine con il trionfo di Versace ed i twitter delle sue modelle di gran grido.

Il quarto giorno vede ancora in pole position l’instancabile Christina Binkly pronta a consigliare gli abiti di Bottega Veneta a Hilary Clinton e a tutte quelle donne che con glam e sui tacchi a spillo puntano al comando.

Quinto e sesto giorno

L’indaffaratissimo Bryanboy domenica sotto la pioggia saluta invece Milano e prepara velocemente (si fa giusto per dire visti i quintali di vestiti che si porta al traino) i suoi bagagli per Parigi:

Ecco che poi all’ora di pranzo arriva anche il tweet di Enzo Miccio che in tre parole o poco più ci spiega tutta la sfilata di Laura Biagiotti.


Per puntare poi il dito contro i look dei fotografi

Danda Santini , direttrice di Elle Italia, condivide su Twitter invece scatto e commento della sfilata di Dolce & Gabbana

e così fa anche la Binkley

Lunedì ultimo giorno di sfilate a Milano ed è il giorno di Giorgio Armani. Vogue twitta sull’ easy elegance del grande stilista

e lui prontamente a fine sfilata ringrazia estimatori e no.

Così con re Giorgio si conclude la Milano Moda Donna per l’autunno-inverno 2016-2017, mentre il popolo della moda, ingordo e mai soddisfatto, marcia deciso (e twittando a più non posso) su Parigi.

Ultime notizie su Milano Moda Donna

Tutto su Milano Moda Donna →