Ray-Ban Natale 2016: Worldwide Wonderland, le stravaganti tradizioni natalizie in giro per il mondo

Ray-Ban si prepara a celebrare le Feste Natalizie e presenta WORLDWIDE WONDERLAND, una raccolta di stravaganti tradizioni natalizie provenienti da ogni angolo del mondo. Scoprile su Fashionblog

Ray-Ban si prepara a celebrare le Feste Natalizie e presenta WORLDWIDE WONDERLAND, una raccolta di stravaganti tradizioni natalizie provenienti da ogni angolo del mondo per celebrare le diverse culture del mondo.

Luci in festa – la tradizione degli Stati Uniti
Agli americani piace addobbare le loro case con qualche luce di Natale. Ehm… forse un po’ più di qualche luce. Diciamo pure molte luci di Natale. Ok, ammettiamolo: migliaia di luci di Natale! Un tempo erano chiamate luci fatate e la tradizione risale alla Germania medievale, dove si usava addobbare i pini con candele di cera. Gli americani, noti per il loro amore per tutto ciò che è grande, hanno ereditato questa colorata tradizione facendole assumere nuove proporzioni. Qualcuno prende l’usanza così seriamente da rendere quasi invisibile la propria casa, seppellita sotto migliaia di luci serpeggianti e intermittenti. Risultato? Le luci sono così tante che quando esci di casa per giocare a palle di neve ti serve un bel paio di occhiali da sole.

Felice Mari Lwyd anche a te! – la tradizione del Regno Unito
Durante le tipiche vacanze natalizie l’ospite di solito arriva con un biglietto di auguri, un dono o una bottiglia di buon vino o liquore. Ma in Galles no. In Galles gli ospiti arrivano con un cavallo-zombie di Natale conosciuto come Mari Lwyd e solo dopo una sfida a suon di indovinelli e insulti vengono invitati a entrare. A vincere sono le battute più brillanti. Il misterioso teschio di cavallo è tutto addobbato con nastri, occhiali da sole e, per completare il look, un mantello bianco. Mari Lwyd viene trasportato in giro da un gruppo di amici e parenti che vagano per le strade nella speranza che qualcuno li inviti in casa. Quella di Mari Lwyd è una tradizione antica che si ripete nei giorni più bui del profondo inverno ed è il modo in cui i gallesi augurano buona salute al loro ospite e celebrano il nuovo anno.

Natale in anonimato – la tradizione del Brasile
Amigo Secreto, celebrato in Brasile, è decisamente diverso dalla tipica e noiosa riunione natalizia tra colleghi con lo scambio di tremendi regali a cui tutti guardano con orrore ogni anno. È il più grande fanclub segreto di Babbo Natale: un mucchio di bugie, segreti, scandali che attira parenti, amici e gente da tutto il paese per lo scambio di regali più complicato di sempre. Nei giorni che precedono il Natale ognuno rivela alla persona che ha scelto come destinatario del suo regalo qualche indizio sulla propria identità. La verità però viene svelata solo a Natale quando, al momento dello scambio dei regali, ognuno scopre finalmente chi è il suo “amico segreto”.

Festività stregate – la tradizione dell’Italia
Non tutti conoscono la Befana, alter ego più gentile e piacevole del burbero Babbo Natale. In Italia, si sa, La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte... in quella che è probabilmente una delle vesti più insolite di Babbo Natale. Via la lunga barba e gli occhiali buffi, la Befana sceglie una montatura più moderna e sostituisce il due pezzi rosso con un abitino nero. Ama viaggiare da sola a cavalcioni della sua scopa e, da sempre, distribuisce dolcetti e doni ai bambini. Al contrario di Babbo Natale però, a biscotti e latte preferisce un bicchiere di buon vino e degli snack salati.

Una scarpa per Babbo Natale – la tradizione della Germania
Sei stato cattivo? Allora sai già che quest’anno non ti spetta che un pensierino per le tue grigliate: un bel po’ di carbone. Letteralmente. Che aspetti? Tieni pronte bistecche e occhiali da sole! Per te, invece, che sei stato bravissimo, arriverà la mattina in cui troverai le scarpe piene di regali e dolcetti. Saint Niklaus non ha tempo per incartare i regali, perciò li infila nelle scarpe (sempre che tu le abbia doverosamente lasciate fuori dalla porta della tua camera). Questa tradizione tedesca, in auge da decenni, è tutt’ora praticata.

  • shares
  • Mail