Orchestra Filarmonica di Vienna: il nuovo Philharmonic Suit, disegnato da Vivienne Westwood e Andreas Kronthaler

In occasione del 175° anniversario del Concerto di Capodanno, l’Orchestra Filarmonica di Vienna ha indossato un nuovo outfit: il Philharmonic Suit, disegnato esclusivamente per l’orchestra da Vivienne Westwood e Andreas Kronthaler. Scoprilo su Fashionblog

In occasione del 175° anniversario del Concerto di Capodanno, punta di diamante della scena musicale classica austriaca, l’Orchestra Filarmonica di Vienna ha indossato un nuovo outfit: il Philharmonic Suit, disegnato esclusivamente per l’orchestra da Dame Vivienne Westwood e Andreas Kronthaler. Il Philharmonic Suit è stato pensato per dare un taglio unico ed internazionale ai classici abiti tradizionali indossati dai membri dell’orchestra. In passato, la Filarmonica si è esibita indossando per le performance diurne lo Stresemann (conosciuto anche come stroller, un abito composto da giacca nera e pantaloni neri gessati), e per le performance serali il frac, come imposto dall’etichetta formale.

Vivienne Westwood & Andreas Kronthaler, noti per il loro anticonformismo e per la creatività stilistica che prende ispirazione dalla storia, hanno disegnato il Philharmonic Suit tenendo a mente tanto la tradizione quanto la contemporaneità, creando un abito perfetto per le esibizioni sia di giorno che di sera. Gli abiti sono stati realizzati in collaborazione con uno dei più rinomati sarti di abiti da uomo di Savile Row a Londra. Sia le donne che gli uomini della Filarmonica hanno indossato un abito firmato Vivienne Westwood, fatto su misura e adattato alle esigenze del singolo musicista.

Philharmonic Suit
L’abito per i gentiluomini della Filarmonica di Vienna è stato cucito con il classico taglio su misura di Savile Row, in tessuti inglesi leggeri, di alta qualità ed eco sostenibili per conferire libertà di movimento ed eleganza. La giacca cut-away nera in lana mohair è stata disegnata come una moderna interpretazione del frac tradizionale, con una linea studiata per supportare i movimenti dei musicisti. La giacca è accompagnata dai tradizionali pantaloni in lana a righe bianche e nere e dal gilet doppio-petto, tipico di Vivienne Westwood e secondo il tradizionale stile inglese. Per i concerti diurni l’orchestra indosserà l’abito con un gilet doppio-petto in lana filata, in un tenue color sabbia grigio-argento, ispirato al classico British Morning Suit, abbinato ad una cravatta in seta dello stesso colore con ricamato il logo della Filarmonica di Vienna. Per le esibizioni serali, invece, l’orchestra indosserà il vestito con un gilet doppio-petto in piquet, ispirato al tradizionale White-Tie Suit, accompagnato da un papillon.

Philarmonic Ladies Suit
L’idea originale per il vestito delle musiciste era ispirata alla Dangerous Liaison Jacket, apparso per la prima volta nella collezione Vivienne Westwood Gold Label Autunno-Inverno 1993/94. La giacca era ispirata ad una redingote settecentesca, realizzata in lana nera e rielaborata per vestire la silhouette femminile con una linea curva e una pieghettatura sul dietro, un dettaglio utilizzato anche nella collezione primavera estate 2016 Andreas Kronthaler for Vivienne Westwood. Il bavero è stato rimosso per facilitare l‘impugnatura degli strumenti musicali e agilitare il movimento. La giacca è accompagnata da un classico paio di pantaloni aderenti. La silhouette è disegnata per creare un look molto femminile e formale. Per le esibizioni diurne l’abito sarà abbinato ad un top in seta drappeggiata color sabbia, coordinato al completo maschile da giorno. Per i concerti serali, invece, le donne vestiranno un top in seta nera, per creare un elegante look da sera. Ogni vestito è corredato di una speciale etichetta, applicata a mano, che riporta i loghi di Vivienne Westwood e della Filarmonica di Vienna. Inoltre, il nome di ciascun musicista è ricamato all’interno di ogni vestito, come dettaglio personalizzato.

Vivienne Westwood e Andreas Kronthaler condividono una forte passione per la musica classica. Hanno incontrato formalmente per la prima volta la Filarmonica nel 2009 e hanno iniziato a collaborare concretamente nel 2014, quando hanno disegnato i costumi per il balletto del Concerto per l’Anno Nuovo. I due stilisti hanno dimostrato di essere la scelta perfetta per questo progetto, per la loro capacità di comprendere gli standard tradizionali della Filarmonica e di realizzare collezioni in cui si crea sempre un perfetto equilibrio tra eleganza classica e moda iconica.

  • shares
  • Mail