Karl Lagerfeld in un'intervista: "Nessuno ha bisogno di una Chanel"

Karl Lagerfeld

Forse in molti penseranno che la dichiarazione rilasciata da Karl Lagerfeld alla BBC farebbe rabbrividire Mademoiselle Chanel, ma francamente credo di no. Anzi, è probabile che la stilista più amata di sempre si troverebbe persino d'accordo col direttore creativo della maison. Ma andiamo con ordine: la schiettezza del kaiser della moda è oramai irrefrenabile. Dopo le uscite poco galanti (e davvero politicamente scorrette) su Pippa Middleton o sulle curve di Adele, ecco la sua ennesima considerazione:

"Abbiamo creato un prodotto di cui nessuno ha bisogno ma che tutti vogliono. Si spende di più per quello che si vuole veramente, mentre per altre cose noiose di cui si ha bisogno - come una macchina vecchia e brutta che è da cambiare - si può aspettare. Se invece c'è un nuovo capo di moda non si può aspettare."


Della serie: nessuno ha bisogno di una 2.55, eppure si fa a gara per averne una, persino a noleggio. Come dargli torto. Non a caso la sua ultima provocazione alla sfilata primavera-estate 2013 è stata una versione della bag iconica in formato hula hoop, evidentemente impossibile da portare e nemmeno da annoverare tra gli accessori di una collezione haute couture. In sé quell'accessorio rappresentava l'assurdità del mondo fashion oggi: non importa quanto bizzarro sia, l'importante è che sia griffato. Che è un po' la filosofia di chi la moda non la ama ma l'ostenta. Fortuna c'è chi sposa la filosofia di Mademoiselle Coco e concepisce la moda come comodità, eleganza e femminilità.

  • shares
  • Mail