Moncler primavera estate 2017: la collezione esclusiva “O” con Off-White C/O Virgil Abloh

La Collezione Esclusiva Moncler “O” primavera estate 2017 è la seconda tappa della collaborazione tra Moncler e Off-White C/O Virgil Abloh, che si ispira all’Oceano Artico e ai pescatori dei mari del Nord. Guarda tutte le immagini su Fashionblog

La Collezione Esclusiva Moncler “O” primavera estate 2017 è la seconda tappa della collaborazione tra Moncler e Off-White C/O Virgil Abloh. Ancora una volta, l’ispirazione viene dall’Oceano Artico e dai pescatori dei mari del Nord. Quei pescatori che immaginiamo affrontare le situazioni più ardue ed estreme a bordo di un’imbarcazione immaginaria che porta il nome emblematico ed evocativo di “Black Swan”.

Nella collezione si sovrappongono e miscelano in modo armonico due elementi diversi e distinti: un approccio outdoor e un imprinting streetwear. L’elemento chiave di ogni capo risiede nella presenza di tessuti e di dettagli tecnici. Ci sono PVC lucidi, film in poliuretano, materiali rifrangenti termoapplicati, zip dotate di tiretto personalizzato che ricorda gli “easy puller” delle mute da subacqueo. Non mancano nastrature e lasercut. Gli items diventano immediatamente riconoscibili grazie all’apposizione del logo del brand in silicone arancio o alla scritta Moncler presente su vari modelli o spesso posta in una posizione molto visibile sulla manica.

La Special Collection Moncler “O” è estremamente articolata e ricca di proposte e variazioni. Nell’ambito particolare del PVC, ecco i long parka “Tramail” dalle cuciture ridotte al minimo e sostituite da incollaggi, con cappuccio staccabile sul quale una zip racchiude l’iscrizione Moncler. Ancora PVC per il work coat “Plongeur” foderato e dal cappuccio staccabile, con macro logo Moncler a contrasto sulla manica. Long coat, bermuda e pantalone a pinces segnate sul davanti, rivetti neri gommati opachi e, di nuovo, tasche alla francese, compongono invece il settore ”MAC”, il cui denominatore è un tessuto di cotone doppio impermeabile che trae le sue origini nell’Inghilterra dell’Ottocento.

È infatti nel 1820 che Charles Macintosh brevetta una finitura per supporti tessili capace di respingere l’acqua. Twill di Nylon per “Loch”, fisherman jacket imbottita a doppio collo e per l’anorak “Treuil”, con triple tasche chiuse da zip, cappuccio staccabile e carré posteriore volante in PVC trasparente fumé, che lascia intravvedere l’“Arrow” rinfrangente. Completano questo gruppo il bomber “Poulie” e il berretto baseball siglato sul davanti dal logo in silicone centrale. È realizzato in Nylon technique strabattuto dall’aspetto serico, il giubbotto con cappuccio “Gangui”, coulisse regolabile con linguetti in PVC e zip davanti, iscrizione Moncler e logo del designer lungo le maniche. Il Nylon technique abbina una vocazione alla tecnicità sottolineata dal trattamento Teflon, con una leggerezza che ne allarga molto la versatilità.

Ultime notizie su Streetwear

Tutto su Streetwear →