Dondup collezione uomo Primavera Estate 2018: il fascino della ricerca, le foto

La collezione Primavera Estate 2018 di Dondup è decisamente fuori dal comune, per una quotidianità diversa. Quello di Dondup è un progetto menswear che affonda le sue radici nella ricerca e nella manifattura, tratti distintivi che da sempre contraddistinguono lo spirito della fashion house controllata da L Catterton. Scopri di più qui su Fashionblog.

La collezione Primavera Estate 2018 di Dondup è decisamente fuori dal comune, per una quotidianità diversa. Quello di Dondup è un progetto menswear che affonda le sue radici nella ricerca e nella manifattura, tratti distintivi che da sempre contraddistinguono lo spirito della fashion house controllata da L Catterton.

Per la stagione estiva Ivan Tafuro, Head of Menswear Design, affiancato dal Team Creativo Dondup, fa della vocazione all’eccellenza il filo conduttore di un guardaroba daily contemporaneo. Il pensiero creativo guarda a un futuro sartoriale senza perdere di vista i temi chiave che hanno fatto la storia dell’etichetta: denim, military e navy. Per Dondup il Menswear è l’occasione per documentare l’appartenenza a quel Made in Italy che ha fatto della ricerca sui tessuti, materiali e lavaggi il suo tratto distintivo.

Il denim non è più solo un tessuto bensì un territorio di costante sperimentazione. Il Jeans mantiene il suo spirito rivoluzionario attraverso la contaminazione, andando a comporre total look in versione pure white, trasformandosi in dettaglio per patch inaspettate o cinture applicate ai giubbini in Suede e mimetizzandosi in inedite formulazioni come il tinto in capo o lo stampato su seta delle nuove camicie con il collo alla coreana.

L’abito è sovversivo nella misura in cui l’idea del bespoke va oltre i canoni tradizionali per offrire un guardaroba formalmente disinvolto. Il completo in Principe di Galles definisce l’attitudine dei nuovi gentlemen con l’inaspettata rigatura lime e con l’abbinamento a un oggetto dichiaratamente sportivo come il k-way. La giacca è sfoderata e cela nelle sue finiture la tradizione della sartoria italiana, il pantalone è chino carrot fit in gabardine lavata e dona un’allure disimpegnata.

La field jacket si conferma ancora una volta un capo chiave del guardaroba maschile. Realizzata in tessuto ripstop da fornitura militare in cotone e nylon, la nuova sahariana svela dettagli unici come i bottoni tutti diversi o rivisitata nella tonalità off white è lavorata fino ad assumere l’aspetto estivo del seersucker. La fantasia è camouflage ma si stempera nelle tonalità pastello per dare al tema military un tocco contemporaneo e un’immagine più fresca.

La camicia è il passe-partout del guardaroba maschile estivo: essenziale nella forma e raffinata nei dettagli come il collo guru o il plastron dal motivo agugliato, interpreta la personalità e la storia del brand. Miscele tinte in capo e lavorazioni tie dye sono alla base di un processo di sottrazione cromatica che attraverso il cloro stempera il colore e una nuova grammatica estetica.
Il colore è usato per potenziare le proposte estive: il bianco, il blu e il beige sono le basi per accogliere abbinamenti irriverenti come il rosso cherry e il rosa, il lime, il verde-azzurro-rosa del Camo e l’indaco slavato.

  • shares
  • Mail