Damir Doma collezione primavera estate 2018: tocchi sartoriali e la capsule collection con Lotto

Damir Doma presenta la collezione maschile e femminile per la primavera estate 2018. Scopri tutti i look su Fashionblog

Viaggiare e collezionare. Così Damir Doma presenta la collezione maschile e femminile per la primavera estate 2018, insieme sullo stesso défilé, attraverso uno show co-ed. Capi e accessori unici, che descrivono sapientemente il rapporto tra il designer e l’hand-made, valore molto importante nel suo lavoro. Mixati insieme a ricordi di viaggi e a colori vivi, brillanti, diretti e dalla spiccata personalità (tra tutti il verde smeraldo e il viola), che non creano però semplici color block, bensì una nuova visione di stile e di sensibilità.

Sulla passerella, indossati da modelli e da amici dello stilista, sfilano capi dalla silhouette over, come maxi camicie modellate a lato da stretti lacci da corpetto, topwear impreziositi da fantasie etniche, a linee sinuose e punti, e maglie in seta grezza che richiamano la cultura africana. Non manca poi l’effetto bleach su wrap dress asimettrici, che possono essere aggiustati al corpo grazie ad anelli minimal presenti sull’abito.

E tocchi sartoriali, declinati in blazer formati da due tessuti di colore differente, cuciti insieme lasciando intravedere la fine della stoffa, volutamente incompleta. Anche il denim è protagonista del défilé con jeans e shorts formati da patchwork creativi e irregolari. Mentre le fantasie floreali in fil coupé ton sur ton o ricamate fanno capolino su capispalla e pantaloni dalla vestibilità comoda. A completare i look, nita, il nuovo modello di occhiali da sole creato con Mykita.

Per questa stagione, entrambe le collezioni sono impreziosite da tre collaborazioni importanti. La prima è quella con lo storico marchio di sportswear Lotto, declinata in pettorine da indossare sopra i capispalla, t-shirt e tute con i loghi dei due marchi ripetuti rap around sulla superficie dei capi, e sneakers iconiche e rielaborate o dall’effetto used, come se fossero state utilizzate per giocare a tennis su campi di terra rossa. La seconda collaborazione, invece, è quella realizzata a quattro mani con il marchio di calzature Officine Creative, per sandali con borchie, ciabatte di pelle, e mocassini stringati e presentati come sabot. Infine, quella con il designer di gioielli Slim Barrett, declinata in orecchini e pendenti al collo, dalla forma circolare, come talismani provenienti da luoghi lontani.

credit image Blogo - photo by Stefano Giordanelli

  • shares
  • Mail