Protagonista della nuova campagna primavera-estate 2013 Agent Provocateur è una sensualissima Crystal Renn e l’autore degli scatti è Olivier Zahm, direttore della rivista Purple Fashion. Un adv che ha il sapore dell’America anni ’70, in cui il tema principale è il viaggio inteso come scoperta e avventura, quello fatto a bordo di un auto decappottabile, come racconta Zahm:

“Per questa stagione ho voluto ritrarre le ragazze Agent Provocateur in fuga dalla città e dal boudoir per correre incontro ad un’avventura. Avevo in mente la bellissima architettura delle stazioni di rifornimento anni ’70 disegnate da Ed Ruscha. La pompa di benzina è un feticcio, un luogo di divertimento per sgranchirsi le gambe dopo ore di guida, un luogo dove si può accidentalmente incontrerai un affascinante sconosciuto. Volevo catturare lo spirito di libertà e avventura selvaggia che mi ispirano film come Thelma e Louise o cantanti come Joan Jett.”

Agent Provocateur campagna PE 2013

Agent Provocateur campagna PE 2013
Agent Provocateur campagna PE 2013


Ed è proprio questa l’idea di stazione di servizio americana che l’immaginario comune ha sviluppato negli anni: basti pensare a pellicole leggendarie come quella citata dal fotografo o a videoclip come Crazy degli Aerosmith per capire che Zahm ha colpito nel segno. Lo stereotipo dell’uomo (o della donna sexy) che lavora alla stazione di servizio è assodato. Peccato solo per l’aria cupa dello shooting, che poco si sposa con il concept della campagna che vorrebbe essere luminoso e giocoso. I completi di lingerie del marchio, tuttavia, non smentiscono le aspettative e mostrano una donna sensuale e decisa, in pieno stile Agent Provocateur. Consigliato a novelle Thelma e Louise.

Via | Vogue
Foto | Agent Provocateur

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Abbigliamento Leggi tutto