E' morto Yves Saint-Laurent, il maestro dell'eleganza

Yves Saint Laurent

"Ho sempre vissuto per questo mestiere, l'ho sempre amato e rispettato fino in fondo. La moda non è un arte ma ha bisogno di un artista per esistere, gli abiti sono sicuramente meno importanti di musica, architettura e pittura, ma era ciò che sapevo fare e che ho fatto, forse, partecipando alle trasfornmazioni della mia epoca (..) Oggi non si lavora più solo per rendere le donne più belle ma anche per rassicurarle. In molti soddisfano i fantasmi del loro ego attraverso la moda, mentre io ho sempre voluto mettermi al servizio delle donne, servire i loro corpi, i loro gesti, le loro stesse vite".

Nato in Algeria nel 1936 da una famiglia aristocratica di origine alsaziana, Yves Saint-Laurent fa il suo ingresso nel mondo della moda nel 1957 come assistente di Dior, debuttando con la collezione trapezio che lo consacra come stilista di tutto rispetto. Nel 1962 apre il suo primo atelier dove nasceranno le sue uniche creazioni, ispirate all'arte e alla letteratura.

Yves Saint-Laurent lascia la sua Fondazione dove sono conservati, oltre ai bozzetti per il teatro, i suoi 5 mila abiti.

Via | Repubblica

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: