Tendenze moda donna autunno inverno 2017 2018: le sovrapposizioni inaspettate di Pomandère

La donna Pomandère del prossimo autunno inverno 2017 2018 è una viaggiatrice che accoglie ogni nuova partenza e ogni destinazione con l’entusiasmo che scaturisce dal senso dell’avventura. Scopri tutti i look su Fashionblog

La donna Pomandère del prossimo autunno inverno 2017 2018 è una viaggiatrice che accoglie ogni nuova partenza e ogni destinazione con l’entusiasmo che scaturisce dal senso dell’avventura. La sua dimensione più autentica è nella natura e per questo coglie nell’anima della collezione istantanee di paesaggi che ha vissuto e conosciuto direttamente nelle terre colorate del Sud America. È nel gioco delle sovrapposizioni inaspettate, indossando canotte e sottovesti portate come capi principali sopra a t-shirt e maglioni, che riaffiorano alla memoria profumi e colori di scorci lontani.

Le nuance vibranti del terracotta, venate da tonalità aranciate, si mescolano ai verdi tonanti punteggiati dal nero; blu e celesti come eventi atmosferici sono illuminati da accenti dorati mentre le sfumature di cipria e malva si fondono con pennellate di toni lattiginosi e ottanio. Nello specifico, la proposta colori per il prossimo autunno inverno di Pomandère propone tre
differenti gruppi cromatici, coordinati tra loro a comporre un'unica palette tonale carica di fascino e vitalità.

Delicati Acquerelli: racchiude una stampa allover su raso di viscosa blu notte ed ecru a soggetto “Cactus Graffitato oro” rosso e verde, impreziosita da abbagli di lurex. Sovrapposizioni Inaspettate: una “Natura Stilizzata” composta da stampe su raso di seta color bordeaux ed ottanio e raffiguranti il giglio peruviano proposto in tenui cromatismi cipria, malva e senape.
Grafismi Contemporanei: una stampa di “Ventagli Batik” dai colori contrastanti riempie il crèponne di morbida seta.

Lavorazioni esclusive, come plissettature irregolari e ricami geometrici arricchiti da cordonetti e nodi manuali, rendono i tessuti fluidi e dinamici e testimoniano l’artigianalità di
ispirazione etnica. Per i capispalla si riconferma un fit comfy, dalla vestibilità regolare o addirittura over e l’utilizzo di stoffe di grande pregio ma che sprigionano un’eleganza armonica e naturale, quali la lana bouclé di Alpaca, il panno lana cashmere, la pura lana infeltrita, il raso di viscosa o una tela garzata di lana pura e Mohair.

Combinazioni di capi destrutturati, armature di tela strappate, leggere imbottiture accostate a tessuti leggerissimi, lucidi e vaporosi creano un’eleganza che cela un’anima libera e talvolta
irriverente.

  • shares
  • Mail