Vogue Italia party The New Beginning: Riccardo Tisci è il direttore creativo

Si terrà venerdì, 22 settembre presso l’Ex Scalo Farini di Milano il party di Vogue Italia che celebra ufficialmente il nuovo corso del giornale. Direttore creativo dell'evento è Riccardo Tisci. Scopri tutto su Fashionblog

thenewbeginning_willy-vanderperre.jpg

Si terrà venerdì, 22 settembre presso l’Ex Scalo Farini di Milano il party di Vogue Italia che celebra ufficialmente il nuovo corso del giornale. Per “The New Beginning” - questo il titolo dell’evento - il magazine di Condé Nast ha chiamato come direttore creativo Riccardo Tisci. Tisci, 43 anni, è uno dei creativi italiani di nuova generazione più conosciuti e apprezzati a livello internazionale. A lui Vogue Italia ha chiesto di interpretare il tema di fondo del numero di settembre, e in generale del nuovo corso del giornale guidato da Emanuele Farneti: l’italianità.

«Vogue Italia ha da sempre una vocazione internazionale, ma oggi vuole rivendicare con forza le sue radici italiane e il grande cambiamento che il Paese, e il suo sistema moda, stanno attraversando. Per questo abbiamo chiesto a Riccardo Tisci, che rappresenta una delle voci italiane più ascoltate nel mondo, di contribuire con la sua visione» dichiara Emanuele Farneti.

«La parola che meglio descrive l’Italia per me è Renaissance, Rinascimento», spiega Tisci. «Così ho scelto come filo conduttore della serata l’opera che più di ogni altra rappresenta l’orgoglio del nostro Paese, la Divina Commedia».

Vogue Italia sta sperimentando nuove forme di collaborazione con designer e creativi, chiamati a dare il loro contributo al di là del loro ruolo istituzionale, come nel caso di Hedi Slimane che ha realizzato per il numero di agosto un portfolio fotografico di oltre quaranta pagine.

«Oggi come oggi uno stilista non può fare solo il suo lavoro. Per questo ho accettato con gioia di lavorare a al progetto: per celebrare un mondo e una realtà che rappresento con orgoglio, Italia. Perché Vogue Italia è stato e deve continuare ad essere l’espressione di un sogno comune, non solo dal punto di vista stilistico», aggiunge Tisci.

Il format della serata, a inviti, coinvolgerà non solo i protagonisti del fashion system italiano e internazionale, ma anche un’audience allargata e principalmente giovane: «Ho voluto una festa aggregante, coinvolgente», conclude Farneti.

  • shares
  • Mail