Maison 203 gioielli: la collezione Bearing creata da Giulio Iacchetti

Maison 203 presenta la nuova collezione di gioielli Bearing creata da Giulio Iacchetti. Scoprila su Fashionblog

Una reinterpretazione del gioiello bon ton per eccellenza, una ricerca estetica che parte da un riferimento classico e decisamente iconico, il filo di perle. È questo l’input della nuova collaborazione tra il brand di accessori di fashion design Maison 203 e il pluripremiato designer milanese Giulio Iacchetti, dove l’intuizione meccanica e perché no, anche l’ironia, diventano il fulcro del gioiello contemporaneo.

Del resto, in fatto di collane di perle, anche Coco Chanel privilegiava il gioco e l’ironia, non facendosi scrupolo di indossarne insieme vere e false, in un divertissement dove l’idea di prezioso univa finzione e realtà. Anche la collezione Bearing gioca con l’idea della perla, a partire da una sperimentazione attorno al tema dello snodo meccanico, dove una piccola sfera piena si incastra nell’alveo di in una seconda sfera più grande e cava, dai fitti tagli diagonali, e dalla loro interazione si sviluppa un movimento che si comunica a tutte le altre sfere.

In Bearing – letteralmente cuscinetto a sfera – la meccanica accede al mondo del gioiello per generare una perla inaspettatamente flessibile, con una potenzialità di movimento che la adatta agilmente alle forme del corpo. Lo snodo diventa così protagonista della collezione e, come in ogni perfetto paradosso di design, l’elemento funzionale diviene anche intrinsecamente decorativo.

Una collana, un bracciale, 2 paia di orecchini e un anello compongono l’intera linea, declinata nei toni del rosso ciliegia, verde oliva, blu cobalto, blu navy e nero. Sempre diversa in base ai livelli di lettura applicati, Bearing è una collezione di gioielli concettuale, che in più funziona. Funziona in termini di
concept, di tecnologia realizzativa – è realizzata tramite stampa 3D e rifinita a mano – ed infine anche a livello di indossabilità, perché al centro di ogni progetto Maison 203 c’è sempre il comfort e la fusione con la fisicità del corpo femminile

  • shares
  • Mail