Max Mara autunno 2018, la campagna con la russa Kris Grikaite

Un'interprete da Oscar per lo stile di un brand che sa essere sorprendentemente contemporaneo senza mai venir meno (dettaglio non certo trascurabile) al suo codice di inattaccabile eleganza.

Con Max Mara, si sa, basta il nome per avere immediatamente la certezza (ancora prima di scorrere le immagini) che ci troveremo di fronte ad una donna elegante, dal portamento sicuro, il fascino che sa coniugare impeccabilmente, senza mai perdere la testa ed il controllo, tratti spesso diversi. Esigenze a volte addirittura contrastanti. Davanti a lei infatti la sfida complessa ed articolata della modernità. Una sfida sempre aperta che, per l’autunno-inverno 2018-2019, coglie con mano ferma e piglio elegantemente battagliero.

D’altronde la bellezza altera della russa Kris Grikaite risulta subito convincente, mentre tra uno scatto e l’altro mostra all’obiettivo di Steven Meisel il suo glamour grintosamente sofisticato, fatto di maculati, di neri assoluti, di grigi raffinati che lasciano prontamente il segno.

In primo piano spesso e volentieri eccovi infatti tutta una serie di sovrapposizioni che creano movimento, ariosità, giochi sorprendenti e vivi; dai pantaloni a sigaretta che scattano sotto ampie gonne interamente aperte sul davanti alle frange che ondeggiano invece da maniche o grandi e scenografici colli. Escamotage e stratagemmi stilistici che la donna del brand esibisce ogni volta con una grazia da manuale, mettendo sempre e comunque d’accordo (e non è certo cosa di poco momento) tutti, scettici inclusi.

Via | Pinterest

  • shares
  • Mail