Alle sfilate di Milano Krizia propone una donna guerriero molto femminile

Krizia inverno 2014

Krizia guarda al futuro perché la sua donna per l’autunno-inverno 2013-2014 è un guerriero moderno, arriva quasi da un altro Pianeta, ma al tempo stesso ha una forte carica di sensualità. Nella collezione di Mariuccia Mandelli ci sono davvero tanti dettagli curiosi, che però trovano una sorta di concertazione interessante e dinamica. Tanta pelle, stampe zebrate, sandali alla schiava e decorazioni orientali.

È un mix di tante culture, che in qualche modo riesce a raccontare l’animo di questa collezione che non si ferma a una passerella, ma che studia il mondo che la circonda, rubando spunti, idee e tendenze. È bello quindi notare come una donna guerriero, con una tuta nera in pelle, possa camminare accanto a una signora con un abito rosso fuoco, con spacco vertiginoso.
Krizia inverno 2014
Krizia inverno 2014
Krizia inverno 2014
Krizia inverno 2014

Due modi diversi di raccontare la femminilità, che Krizia comprende come elemento caratteriale e non solo come abito. Le donne di oggi sono costrette a lottare, ecco quindi che sulle loro spalle spuntano dei rinforzi simili a quelle delle armature, ma al tempo stesso sanno osare scollature profonde e spacchi. Essere forti non vuol dire essere come un uomo, ma conservare il proprio istinto, la propria grazie e avere il coraggio di mostrarsi.

In questo senso il sex appeal può diventare un’arma, più tagliente della spada di un samurai. Bellissimo l’abito argento, nero e canna di fucile che ricorda le vesti di un guerriero giapponese. Infine, un dettaglio sull’acconciatura: la coda avvolta a pacchetto (con tutte le sue contaminazioni) è stato forse il look più originale di queste prima tre giornate di Milano Fashion Show.

Foto | Getty Images e Krizia su Facebook

Krizia inverno 2014
Krizia inverno 2014
Krizia inverno 2014
Krizia inverno 2014
Krizia inverno 2014

  • shares
  • Mail