Hello Kitty multata dall’Unione Europea

Ha violato le regole comunitarie sulla concorrenza e così l’azienda Sanrio ha ricevuto dall’Unione Europea una multa milionaria.

Il mondo è un po’ meno rosa per Hello Kitty. Il brand giapponese, controllato dalla società Sanrio, ha ricevuto una sanzione di 6,2 milioni di euro dall’Unione Europea per aver violato le regole comunitarie della concorrenza. Facciamo un passo indietro, per comprendere meglio la vicenda.

Sanrio Company Ltd è un'impresa giapponese che progetta, concede in licenza, produce e commercializza prodotti che raffigurano Hello Kitty e altri personaggi come My Melody, Little Twin Stars, Keroppi o Chococat. Nel giugno 2017 la Commissione ha avviato un'indagine antitrust in merito a determinate pratiche di concessione di licenze e di distribuzione adottate da Sanrio per verificare se l'impresa non avesse imposto agli operatori commerciali restrizioni illegali volte a limitare le possibilità di vendite transfrontaliera e online all'interno del mercato unico dell'UE. È stata in questa occasione che la Commissione ha verificato la violazione delle norme dell'UE in materia di concorrenza.

Il problema più grave è che secondo l’Europa la violazione è durata per circa 11 anni (dal 1 gennaio 2008 al 21 dicembre 2018). Margrethe Vestager, commissaria responsabile per la Concorrenza dell’Ue, ha dichiarato:

“La decisione odierna conferma che non si può impedire agli operatori commerciali che vendono prodotti soggetti a licenza di vendere tali prodotti in altri Paesi. Le restrizioni di questo tipo comportano la riduzione delle possibilità di scelta per i consumatori e talvolta l’aumento del prezzo dei prodotti e sono contrarie alle norme Ue in materia di antitrust. I consumatori possono ora godere di uno dei principali vantaggi del mercato unico, vale a dire la possibilità di acquistare i prodotti ovunque in Europa per avere accesso alle offerte più vantaggiose”.

  • shares
  • Mail