La lite social tra Ferrari e Philipp Plein

La lite social tra la casa automobilistica Ferrari e lo stilista Philipp Plein, scopriamo insieme cosa sta succedendo...

lite social tra Ferrari e Philipp Plein

La casa automobilistica Ferrari e il fashion designer Philipp Plein stanno litigando via social su una questione delicata e abbastanza complessa che molto probabilmente finirà in tribunale. La questione è la seguente: Philipp Plein che è un designer molto sopra le righe, utilizza le sue Ferrari di proprietà per fare comunicazione sulle sue scarpe, la sua immagine e il suo stile di vita lussuoso e all’insegna della seduzione. Lo stilista pubblica spesso fotografie della sua Ferrari accompagnata dalle scarpe e da seducenti signorine poco vestite, il tutto con il celebre cavallino Ferrari in bella vista.

Ferrari non ci sta e manda una lettera di diffida a Philipp Plein in cui gli chiede di non usare il suo logo e il suo marchio per pubblicizzarsi e di rimuovere le foto incriminate entro 48 ore. Ferrari fa tutto per vie legali, ma Philipp Plein risponde tramite social, pubblica la lettera di diffida, si difende e riceve anche parecchio appoggio.

Nella missiva di Ferrari si legge:

“Nelle immagini i loghi Ferrari sono usati a scopo promozionale per il suo brand e per i suoi prodotti, in modo da appropriarsi della loro popolarità. I simboli della Ferrari nelle immagini sono associate a uno stile di vita assolutamente non conforme a come il marchio è percepito dal pubblico, con che si esibiscono in gesti sessualmente espliciti, usando l'auto come un accessorio in un modo che è di per sé di cattivo gusto. Questo atteggiamento danneggia il buon nome della Ferrari, e provoca anche danni materiali. Infatti la non richiesta associazione tra il brand Ferrari e le scarpe di Phillipp Plein (nonché il discutibile modo in cui queste vengono promosse) interferisce con i diritti della Ferrari e con le sue licenze, le uniche linee autorizzate a utilizzarne loghi e nome”.

Ferrari

Philipp Plein difende la sua posizione e rivendica il suo diritto di utilizzare le sue auto, acquistate con i suoi soldi.

"Chiariamo subito. Qui si sta parlando del mio account personale (@philippplein), e non di quello del marchio (@philipppleinofficial). Ci sono le foto della mia famiglia, di casa mia, della mia fidanzata e dei miei amici. E io mi vedo arrivare una lettera in cui mi viene detto che la mia vita è così di cattivo gusto che un marchio non vuole avere nulla a che fare con me, nonostante Leclerc, il loro pilota, indossi regolarmente i miei pezzi e io sia da tempo un loro cliente: certo che mi offendo! La cosa bella dei social è che danno a tutti una voce: non dovrebbero essere i marchi a scegliere come essere rappresentati, ne va della libertà d'espressione di ognuno".

Philipp Plein

La situazione è delicata perché Ferrari non arretra di un millimetro e Philipp Plein è sicuro di avere ragione. Da un lato è vero che c’è il logo Ferrari nelle foto, dall’altro c’è da dire che io azienda non posso dire a chi acquista i miei prodotti cosa può farci e cosa no. Se fosse una borsa, la casa di moda produttrice avrebbe il diritto di dirci cosa farci? Come usarla e fotografarla?

Voi che ne pensate?

Visualizza questo post su Instagram

50 shades of 🍏 🍏 🍏

Un post condiviso da Philipp Plein (@philippplein) in data:

Visualizza questo post su Instagram

SUMMER JUST STARTED @alecmonopoly @alexadellanos @luciabartolix

Un post condiviso da Philipp Plein (@philippplein) in data:

Visualizza questo post su Instagram

SCANDAL 🔈 FERRARI CANT PUSH US BECAUSE WE WILL PUSH BACK 🔈 YOU GUYS SHOULD CLEAN UP YOUR OWN MESS BEFORE YOU COME TO ME ! FIRST RULE: never be arrogant and treat your costumers like they are less worth than you ! Everything comes back in life and I am still waiting for my official apology ( I have been personally attacked by THE COMPANY FERRARI because I posted my PERSONAL FERRARI ON MY PERSONAL INSTAGRAM ACCOUNT WITH MY PERSONAL SHOES ON IT !!!!!!! By the way I paid for the car personally too ! NOBODY CAN ATTACK ME PERSONAL AND BLACKMAIL ME WITHOUT ME FIGHTING BACK ! My lawyers will go hard and I will make every step public until FERRARI stops bullying their clients ! RULE NO.2 : NOBODY NEEDS FERRARI BUT FERRARI NEEDS HIS CLIENTS ! NO BRAND CAN BUY ITS CLIENTS......BUT THE CLIENTS CAN CHOOSE WHICH PRODUCT AND BRAND TO BUY !! THE CLIENTS ARE ALWAYS MORE POWERFUL THAN THE BRAND BECAUSE THEY DECIDE ABOUT THE FUTURE SUCCESS AND REVENUE OF THE BRAND !

Un post condiviso da Philipp Plein (@philippplein) in data:

Visualizza questo post su Instagram

GOT A LOVE LETTER 💌 TODAY FROM THE LAWYERS OF FERRARI 🏎 asking me to delete the picture OF MY PERSONAL CAR WITH MY PERSONAL SHOES 👟 ON IT !!!!! I can’t even put in words how disappointed and disgusted I am about this unfair and totally inappropriate claim against me personally......obviously I love cars and ESPECIALLY FERRARI !!!! I bought my first FERRARI 10 years ago and recently I bought a Ferrari for my mother as her birthday gift !!!! I think it is absolutely ridiculous as a good client to receive such a letter from a company like FERRARI !!! This message goes out to the CEO Louis Carey Camilleri of FERRARI !! If you want to continue treating your loyal clients with such letters from your lawyers you will lose the support from many FERRARI FANS ! 👎 @scuderiaferrari

Un post condiviso da Philipp Plein (@philippplein) in data:

  • shares
  • Mail