Note di velluto, la sfilata Giorgio Armani per l'autunno inverno 2020-21 al Milano Moda Donna

Giorgio Armani presenta la sfilata autunno inverno 2020-21 a porte chiuse e a fine show fa un sentito omaggio alla Cina.

L’allarme Coronavirus è arrivato anche al Milano Moda Donna, dopo l’annuncio della chiusura di scuole e università, le misure preventive sono arrivate anche nel patinato mondo della moda. Giorgio Armani annulla la sfilata autunno inverno 2020-21 e propone uno show a porte chiuse, senza pubblico e trasmesso in streaming dai canali dello stilista. Per noi cambia poco, ma chissà cosa avranno pensato le modelle a sfilare in una sala vuota, ma anche Re Giorgio che alla fine del defilè è uscito e ha comunque ringraziato tutti, anche se davanti a lui non c’era nessuno a parte gli addetti ai lavori.

La sfilata Giorgio Armani per l’autunno inverno 2020-21 è stata presentata in questo modo un po’ freddo e insolito ma è comunque bellissima e magia, eleganza e raffinatezza bucano lo schermo e arrivano dritti al cuore. Il rigore incontra la gentilezza, le linee pure avvolgono i corpi delle modelle e ce li presentano con una personalità vera e autentica, c’è carattere in questa collezione.

Anche Giorgio Armani ci propone una collezione fluida in cui i confini tra guardaroba maschile e femminile scompaiono e regalano una nuova idea di eleganza e di seduzione. In passerella scorrono capi in velluto, camouflage e tinta unita, ma anche vestitini eleganti e romantici che ci consegnano l’Armani che tutti conosciamo e amiamo.

Il gran finale è l’omaggio che Giorgio Armani rivolge alla Cina e in passerella compaiono delle splendide modelle asiatiche che indossano una selezione dei look delle collezioni Giorgio Armai Privé primavera/estate 2009 e 2019, che erano ispirate proprio alla Cina.

Eleganza
8

Originalità
8

Tavolozza di Colori
8

Sensualità
8.5

Vestibilità e taglio
9
  • shares
  • Mail