Harmont & Blaine, la campagna charity #Unbassottoperlaricerca per la lotta al Coronavirus

Harmont & Blaine ha lanciato la campagna charity #Unbassottoperlaricerca per combattere il Coronavirus e sostenere l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani.

Harmont & Blaine #Unbassottoperlaricerca

Il mondo della moda si dimostrato molto generoso nella lotta al Coronavirus, sono state fatte tante donazioni nelle settimane più critiche che hanno dato un po’ di sollievo agli ospedali. Il marchio Harmont & Blaine ha creato una campagna charity di beneficenza per sostenere al lotta al Covid-19. La campagna si chiama #Unbassottoperlaricerca e consiste in quattro adorabili peluches a forma di bassotti, che sono il simbolo del brand, e che regaleranno tanti sorrisi a chiunque li riceverà.

I proventi ricavati dall’iniziativa #Unbassottoperlaricerca di Harmont & Blaine saranno interamente devoluti all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani, il primo ad aver isolato il virus in Italia. I peluches sono disponibili in quattro diversi modelli: uno più chiaro in color miele e con una felpa rosa che è sicuramente adatto alle ragazze, e poi tre peluches in marrone scuro con i capi iconici del brand. I bassotti costano 39.00 euro l’uno e sono alti ben 27 centimetri.

Come tutte le aziende, anche Harmont & Blaine guarda al futuro e alla ripartenza con uno sguardo rivolto anche alle migliorie da apportare in futuro. Questa pandemia ci ha dimostrato che è necessario essere previdenti. Harmont & Blaine ha compensato alla chiusura dei negozi con lo shop online e ha già creato un sito parallelo per gestire tutti gli invenduti causa lock down dei punti vendita e permettere alle singole realtà di dialogare con i clienti in modo diretto.

Paolo Montefusco, Ceo Harmont&Blaine, ha dichiarato:

“Durante l’emergenza sanitaria ed economica più grande della storia moderna, serve cambiare punto di vista, pensare più in grande, non solo a noi stessi ma a come aiutare la società, prima ancora che il proprio business, perché le due cose sono intrinsecamente correlate e sempre più lo saranno in futuro”.

Paolo Montefusco
  • shares
  • Mail